Tentativo di suicidio sventato

    0

    Succede che si può cercare di morire anche in una calda domenica tardoprimaverile come quella di ieri, in pieno pomeriggio.

    Un bresciano residente in via Naviglio Grande aveva deciso di farla finita. Dopo avere ingerito una grossa quantità di barbiturici è stato assalito dalla tristezza ed ha chiamato il 113, cercando un po’ di compagnia, da uno sconosciuto, a distanza, per non morire in solitudine. Fortuna per lui che l’operatore ha compreso la situazione e ha cercato di tenerlo in linea il più possibile, facendolo parlare, facendosi dare infine, non si sa come, l’idirizzo dell’abitazione. Da quel momento in poi è stata una corsa contro il tempo, con gli agenti che, ambulanza al seguito, hanno raggiunto l’abitazione e sono entrati in casa, trovando la stanza piena di barbiturici e l’uomo in stato di semi-incoscienza. Trasportato d’urgenza alla Poliambulanza, una lavanda gastrica gli ha salvato la vita.
    a.c. 

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY