Tagli: la parola finale a Bondi

    0
    Bsnews whatsapp

    La manovra finanziaria, firmata ieri dal presidente della repubblica, non conterrà l’elenco di enti e associazioni culturali per i quali erano stabiliti minori contribuiti. Il polverone alzato dalla notizia ha spinto il governo a un dietrofront. Solo parziale però: infatti i tagli per la cultura (pari al 50% della spesa totale) non sono stati affatto cancellati. Semplicemente si è preferito lasciare al ministro Sandro Bondi la decisione finale . Sarà lui a modificare o confermare quindi la lista di 232 enti stilata inizialmente dal governo.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    RISPONDI