Ingorgo creato per protesta

    0

    L’ennesimo centro commerciale che verrà costruito in provincia. Ormai non fanno più notizia. Fa notizia invece la singolare forma di protesta che verrà messa in atto sabato mattina.

    Gli oppositori palazzolesi al centro commerciale scenderanno in strada con le loro auto transitando per almeno tre ore nella zona dove sorgerà il mega store, nel quartiere di Mura. Per tre ore centinaia di veicoli simuleranno il traffico che si prevede invaderà il quartiere una volta aperto il centro commerciale. Traffico, ingorghi, inquinamento sonoro e atmosferico: questo l’assaggio di ciò che spetta ai residenti di Mura nell’immediato futuro, sempre che il Consiglio di Stato non accolga il ricorso promosso dal Comune di Palazzolo.

    A regime il traffico veicolare nei dintorni del centro commerciale è stimato in 3 mila unità. I correttivi messi in campo dalla ditta costruttrice per limitare l’impatto visivo e ambientale (15mila metri quadrati destinati alla vendita, 28500 metri quadrati di superficia coperta, altezza intorno ai 13 metri) sono considerati non sufficienti né dal Comune né dai comitati che si oppongono alla costruzione, nel vecchio comparto industriale palazzolese.
    Prove tecniche di ingorgo? Sabato mattina, a Palazzolo.
    a.c.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY