Inizio lavori di ristrutturazione

    0
    Bsnews whatsapp

     Con un investimento previsto di 2,5 milioni di euro, a giorni inizieranno i lavori di ristrutturazione dell’ex Oviesse. L’edificio, di proprietà di Brixia Sviluppo, verrà ristrutturato dal Gruppo Martini che gestirà al suo interno il format “Buonissimo,”già sperimentato a Rovereto con successo. Su una superficie di 3600metri quadri(2600 aperti al pubblico) si svilupperà l’Arcipelago del Gusto con ampi spazi dedicati al mondo del gusto. Nell’interrato dell’edificio troverà spazio il “Club del gusto”con una zona dedicata alla degustazione dei cibi e dei vini.A piano terra l’Itinerario della freschezza offrirà prodotti ittici e ortofrutticoli, mentre il primo piano sarà dedicato a Delicattesen, con il mercato biologico e la preparazione di panini con prodotti freschi. Una scuola di cucina e un caffè letterario troveranno posto all’ultimo piano. Il progetto è innovativo e ci si augura che possa diventare occasione di incontro e di rilancio in un punto nevralgico del centro storico qual’è corso Mameli.

     

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. CHI PAGA la ristrutturazione dei 7.000 e oltre mq dell\’ex Oviesse?
      Pensavo di avere letto che, pagando una cifra esigua rispetto ai canoni di mercato, il gestore unico scelto dal bando rapido comunale avesse l\’onere della ristrutturazione che comunque non potrà essere di soli 300/400 euro al mq perchè le opere sembrano molto impegnative e difficilmente realizzabili in 4 mesi, da oggi a dicembre.
      Sto quindi chiedendo in giro a chi può saperne di più delle attività del porto delle nebbie e sembra che debba essere ancora il Comune a farsi carico dei maggiori oneri della ristrutturazione.
      Se fosse così il Comune avrebbe comprato e ristrutturato un immobile, che da anni non voleva nessuno in proprietà e in affitto, per affittarlo a privati che pagano 690.000 euro in nove anni che corrispondono ad un affitto mensile di circa 6.800 euro al mese e più esattamente a meno di 1 euro/mq quando il valore minimo della agenzia del territorio, 2 semestre 2009, è euro 7,1/mq in zona B4 e euro 23,1/mq in zona B1 e quest\’ultima è servita come indicazione per la perizia utilizzata per l\’acquisto di ben 8,770 milioni di euro.
      La vicenda merita una piccola indagine che non fa mai male ai fini della trasparenza!
      Registrato

    RISPONDI