L\’Enac: non serve, è da chiudere

    0

    Con questo caldo le docce fredde sono anche piacevoli, non quelle che arrivano però dall’Enac, l’Ente Nazionale dell’Aviazione Civile. Nel suo rapporto sulle strategie di programmazione per il sistema aeroportuale italiano, l’Enac ha affermato senza mezzi termini che il D’Annunzio va chiuso, in quanto l’obiettivo per il prossimo ventennio è quello di avere in Italia solo 14 aeroporti principali e 10 secondari, e gli altri 24 andrebbero chiusi in quanto anti-economici, con un bacino di utenti insufficiente o carenti dal punto di vista strutturale.

    Solo un rapporto fatto di linee guida generiche? Pare di no, se è vero che il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli sta lavorando nella direzione tracciata dall’Enac. Gli aiuti dello stato potrebbero venir meno molto presto, e il D’Annunzio o cammina sulle proprie gambe o sarà dura.

    Cosa ne pensano a Brescia? Il presidente della società che gestisce lo scalo, Vigilio Bettinsoli, usa parole molto dure definendo lo studio carta straccia. Il presidente della provincia Daniele Molgora afferma che l’ente andrà avanti per la propria strada puntando al rilancio dell’aeroporto come grande scalo merci, le stesse parole le usa anche il presidente della Camera di Commercio Francesco Bettoni.
    a.c.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Ma dico: vorra pur dire qualcosa se l\’Enac dice che è da chiudere!
      Chissenefrega di avere l\’aeroporto se non funziona, se non serve. per chi ci amministra non sarà solo l\’orgoglio di poter dire che anche Brescia ha il suo aeroporto?

    2. ohh fa paicere sapere che anche chi è del mestiere si sia reso conto che è un aeroporto inutile per i voli commerciali!mi domando se mai c\’è stato un anno in cui non ha avuto i bilanci in rosso sto aeroporto!

    3. Brutta la notozia ricenuta da \"solw 24 oew\" che l\’Enac tramite sondaggio ha dato il via alla chiusura di 24 aereoporti tra questi Montichiari. Io mi domando ora i politici che continuano tutt\’ora a tirarsi i capelli tra di loro, non potevano sapere le conseguenze che prima o poi sarebbero a ccadute. E\’ dal lontano 1999 che quasto tira e molla continua. I veronesi con a capo allora Sanson parlaroro con Bettoni e C. per mettere a posto l\’aereoporto fatto dai teteschi nel lontano 1943. Ora su quella pista si ritracciò l\’attuale fatta da una Ditta di Firenze su commissione del Catullo. Tutto questo perchè si doveva mettere a posto il Catullo per asfaltatura ecc ecc. Tutti i meriti se li presero i veronesi e i demeriti i bresciani. Appunto dicevo già da allora comandavano loro perchè i bresciani come azioni ne possedevano ben poche sia Camera di Commercio che provincia per un totale del 15%.Ora mi domando tutto adesso è scoppiata questa rabbia. Tanto è vero come cigliegina sulla torta i veronesi con a capo Bortolazzi hanno tolto i voli per Londra e Cagliari lasciando a nudo l\’aereoporto. I politici non popevono opporsi? o restare impassibili come hanno fatto? a me pare che anche loro siano d\’accordo non vi pare…. Vedendo così l\’Enac ha risolto tutto e noi siamo nella m…. Visto che i signori veronesi hanno voluto tutto i bresciani dovrebbero trascurare l\’Aereoporto Catutto e recarsi su Orio al Serio che sempra più serio. Scusate quest\’ultimo fraseggio. In modo tale che pure i soci veronesi cadino nella m…. Tanto è vero che sono il calo di gente che vola del 6%. Grazie di avermi letto.

    LEAVE A REPLY