Presentata la nuova stagione

    0

    Dopo una stagione di grandissimi concerti come quella passata, il Latte Più riapre i
    battenti il 2 ottobre per un altro anno di incredibili eventi rock (e non solo)
    italiani ed internazionali.

    Già l’apertura è di quelle col botto: dopo lo strepitoso concerto dello scorso
    marzo, tornano i Motel Connection di Samuel dei Subsonica, con la loro carica
    electro; il 23 ottobre una della band rock italiane più apprezzate anche all’estero,
    i torinesi Linea 77 con il loro ultimo album “10”; il 5 novembre è tempo di hip-hop
    di alta classe con Nesli, alias Francesco Tarducci, fratello di Fabri Fibra e anche
    lui uno che con le rime taglienti ci sa fare.

    Il giorno successivo una della date più attese: in terra bresciana arrivano i
    Beautiful, un super progetto che vede coinvolti i Marlene Kuntz, Gianni Maroccolo
    (ex CSI, CCCP, PGR) e il produttore elettronico inglese Howie B. Da non perdere.

    Il 12 novembre, direttamente dall’Inghilterra ecco Glen Matlock, il primo bassista
    dei leggendari Sex Pistols, il quale si esibirà prima in un set acustico e poi in un
    infuocato DJ set. Il giorno successivo è di nuovo l’ora del rap incazzato e di
    strada, con un nome di grande richiamo come il milanese Marracash.

    Il 27 novembre un altro gradito ritorno con i Tre Allegri Ragazzi Morti, che tornano
    sul palco del Latte Più con la loro nuova formula rock-reggae; il 4 dicembre dopo
    aver presentato proprio qui il loro primo album ed aver raggiunto traguardi
    prestigiosi come il palco dell’Heineken Jammin’ Festival, tornano a casa i bresciani
    Plan de Fuga, prima di un altro attesissimo ed accattivante nuovo concerto, martedì
    7 diecmbre, de Il Teatro degli Orrori di Pierpaolo Capovilla e soci, che proprio dal
    concerto dello scorso febbraio al Latte Più hanno tratto numerose immagini per il
    loro ultimo videoclip “E’ colpa mia”.

    Il 10 dicembre si torna all’hip-hop con un grande nome come i Club Dogo e le loro
    pungenti invettive, mentre il giorno successivo ecco i Firebird, rinomata formazione
    britannica specializzata in blues-rock capitanata da Bill Steer (ex Napalm Death e
    Carcass). Il 17 dicembre è l’ora del punk-rock degli olandesi Peter Pan Speedrock,
    mentre il giorno successivo tocca alla formazione reggae più amata d’Italia, gli
    Africa Unite.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY