Un incontro con Philippe Daverio

    0
    Bsnews whatsapp

    Dopo il successo della prima edizione nel 2009, anche quest’anno Archeoweek – Festival della Preistoria, nato nel 2009 con la volontà valorizzare le risorse culturali e turistiche camune coniugando teatro, musica, conferenze, laboratori, visite guidate, è tornato in Valle Camonica con grandi nomi della cultura italiana.

    Domenica 24 ottobre alle ore 17 presso la Cittàdella Cultura il Festival chiuderà con uno dei più noti critici e storici dell’arte italiani: Philippe Daverio. Il professor Daverio accompagnerà il pubblico in un viaggio nel tempo alla scoperta de Le Origini, utilizzando quel taglio estremamente divulgativo che caratterizza la sua storica trasmissione televisiva, Passepartout.

    Uno dei maggiori critici d’arte italiani, noto al grande pubblico grazie allo straordinario successo della trasmissione Passepartout chiuderà con la sua presenza la seconda edizione di Archeoweek. Un appuntamento imperdibile per chiunque voglia avventurarsi in un viaggio alla scoperta dell’arte e dei parallelismi che si possono creare fra arte primitiva e moderna.

    Philippe Daverio è nato il 17 ottobre 1949 a Mulhouse, in Alsazia, e vive a Milano dove ha avuto inizio la sua attività di mercante d’arte. Quattro le gallerie d’arte moderna da lui inaugurate, di cui due a New York. Assessore alla Cultura a Milano dal 1993 al 1997, si è occupato del restauro e del rilancio di Palazzo Reale a Milano. Opinionista per “Panorama”, “Liberal”, “Vogue”, “Gente”, consulente per la casa editrice Skira, Philippe Daverio si è sempre definito uno storico dell’arte. Così infatti lo ha scoperto il pubblico televisivo di Raitre: nel 1999 in qualità di “inviato speciale” della trasmissione Art’è, nel 2000 come conduttore di Art.tù, oggi autore e conduttore di Passepartout, programma d’arte e cultura che ha avuto grande successo e ha notevole riconoscimento di critica e di pubblico. Si occupa inoltre di strategia ed organizzazione nei sistemi culturali pubblici e privati, e svolge attività di docente: è incaricato di un corso di Storia dell’arte presso lo IULM di Milano, e di corsi di Storia del design presso il Politecnico di Milano. Da marzo 2008 è il nuovo direttore della prestigiosa rivista d’arte Art e Dossier, della casa editrice fiorentina Giunti. iniziativa ad ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    RISPONDI