Il Monti conquista tre punti in zona Cesarini

    0

    Montichiari-Casale 1-0

    Montichiari (4-4-2): Brignoli 6,5; Verdi 6; Bettenzana 6,5; Zaffagnini 6,5; Filippini 6,5; Muchetti 6,5; Fusari 7; Selvatico 6; Di Quinzio 6 (39’ s.t. Bertazzoli n.g.); Dimas 6 (26’ s.t. Negrello n.g.); Florian 6. A disposizione: Gambardella; Guatta; Marini; Filiciotto; Saleri. All: Ottoni.

    Casale (4-4-2): Fiory 7,5; Ciccomascolo 6; Fernandez Farina 6,5; Gonnella 6,5; Angelotti 6; Lanteri 6 (39’ s.t. Germani n.g.); Capellupo 6; Iannini 6,5; Gatto 6 (1’ s.t. Serra 6); Dal Rio 6,5; Siega 6. A disposizione: Chinchio; Lazzaro; Guidi; Picco; Garrone. All: Buglio.

    Arbitro: Manuele Verdenelli di Foligno 6.

    Reti: 47’ s.t. Muchetti.

    Note: angoli 8-3 per il Casale – espulsi: nessuno – ammoniti: Bettenzana; Gonnella; Ciccomascolo – recupero: 0 e 3’ – spettatori 200 circa.

    Il Montichiari conquista con ferrea volontà una vittoria fondamentale contro un Casale che ha fatto vedere sul terreno del Menti di non meritare l’attuale posizione in classifica. Il premio per gli sforzi profusi con determinazione dai rossoblu giunge in pieno recupero, con Muchetti, che all’ultimo assalto riesce ad infrangere la barriera difensiva degli ospiti, scagliando il destro al volo che vale tre punti letteralmente dorati. Un successo di assoluta importanza per la squadra di Mister Ottoni, che ha avuto il merito di continuare a credere nel risultato pieno sino alla fine, nonostante l’inesorabile scorrere dei minuti avvicinasse sempre di più l’ombra del pareggio. Nonostante l’atteggiamento attento ed ordinato dei piemontesi, invece, la formazione del presidente Soloni ha continuato a puntare con decisione e tenacia sul risultato pieno, ricevendo il sospirato premio quando probabilmente solo il più ottimista dei tifosi monteclarensi sperava ancora in un simile epilogo. E’ il Montichiari a cercare di assumere sin dall’inizio le redini della partita, ma la prima occasione è di marca ospite, con Lanteri che al 2’ con un colpo di testa da ottima posizione costringe Brignoli ad una provvidenziale deviazione in calcio d’angolo. Al 4’ l’azione quasi si ripete, anche se questa volta il testa di Iannini si perde sopra la traversa. A questo punto entra con decisione in partita anche il Montichiari, che dal 10’ al 20’ crea diverse occasioni. Le più nitide capitano a Florian e Dimas, ma Fiory è superlativo e riesce a mantenere inviolata la propria porta. Con il passare dei minuti aumenta la pressione della squadra di Mister Ottoni, ma il portiere ospite è in giornata di grazia e da vita ad un’autentica sfida con gli attaccanti locali. Dopo le provvidenziale uscite ai piedi di Dimas e Florian lanciati a rete, il numero uno del Casale sembra destinato ad alzare bandiera bianca al 41’, ma il tocco finale di Dimas, che scavalca Fiory in uscita disperata, viene vanificato dal guardalinee che segnala la posizione irregolare dell’attaccante locale. Dopo una secca sventola di Dimas su punizione neutralizzata al 43’ dal solito Fiory, nella ripresa il Casale parte ancora una volta su buoni ritmi, chiamando al lavoro nei primi minuti prima Bettenzana e poi Verdi in chiave difensiva. Anche in questo caso, con il passare dei minuti cresce il ritmo delle manovre rossoblu, ma la difesa ospite è sempre molto attenta e l’attento Fiory non è più chiamato a compiere gli straordinari. Al 10’ Florian svetta di testa su una punizione di Dimas, ma riceve una spinta da dietro da un difensore e non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. L’arbitro comunque fa cenno di proseguire e non ascolta le proteste dell’attaccante rossoblu, così come avviene al 20’ ed al 31’ quando il guardalinee interrompe due spunti dello stesso numero undici monteclarense ormai lanciato verso la rete piemontese. Il tempo scorre inesorabile e per il Casale sembra avvicinarsi il premio di un pareggio di indubbio significato, ma il Montichiari non vuole saperne di dividere la posta in palio e preme in avanti anche ne recupero. Una tenacia che trova la ricompensa tanto voluta proprio all’ultimo tentativo. Sta infatti per scoccare il 3’ di recupero quando Selvatico batte una punizione sulla fascia sinistra. La sfera spiove nell’area ospite, dove Florian e Bertazzoli tentano di dare il tocco risolutore, ma senza esito. Il pallone rimane però lì e Muchetti può così scagliare il diagonale che vale tre punti davvero fondamentali per il cammino stagionale del Montichiari.

    Atmosfera completamente opposta nei due spogliatoi al termine della partita che ha decretato il successo del Montichiari sul tenace Casale proprio all’ultimo minuto di recupero. Ottoni si gode una vittoria che vale letteralmente doppio: “Sembrava la partita che già troppe volte avevamo visto quest’anno. Con la nostra squadra capace di creare numerose palle-gol, ma con il risultato che si ostinava a darci contro. Invece ci abbiamo creduto fino alla fine e proprio all’ultimo assalto è giunto questo gol che ci offre una vittoria tanto importante quanto meritata. Ne siamo ovviamente molto contenti e ci apprestiamo a rendere visita alla capolista Pro Patria con convinzione e serenità”. L’amarezza è invece la nota dominante in casa dei piemontesi: “Mi dispiace soprattutto per i ragazzi – esordisce il tecnico ospite Buglio – Subire un gol così fa davvero male, anche perché influisce negativamente sul morale della squadra. Il Montichiari avrebbe meritato il vantaggio nel primo tempo, mentre nella ripresa abbiamo sistemato alcuni meccanismi e non abbiamo corso particolari pericoli. E’ per questo che perdere in questo modo fa ancora più male”.    

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY