Billante (Pd): Paroli e A2A dicano che vogliono fare sulle discariche

    0

    Riportiamo la lettera inviata dal consigliere provinciale del Pd Maurizio Billante sulla questione discariche a Montichiari. ECCO IL TESTO:

    Ho partecipato, in data 2 dicembre ’10, ad un’assemblea molto partecipata a Montichiari sul tema delle discariche nuove e vecchie sul territorio. La serata era organizzata dall’Associazione SOS Terra Montichiari protagonista di una petizione, supportata da oltre 8.000 firme, inviata al Comune locale, alla Provincia e alla Regione. L’unico ente che ha risposto, dopo numerosi solleciti, alle richieste contenute nella petizione è stato il Consiglio Regionale che ha approvato una risoluzione nella seduta del 17 novembre. Si tratta, a mio avviso, di un odg molto generico e caratterizzato da un finto ambientalismo. Ma non è di questo che vorrei parlare, ma di un episodio abbastanza sorprendente. Durante il dibattito ha preso la parola il capogruppo in comune di Montichiari del gruppo consiliare PDL-LEGA NORD che ha detto di sostenere la petizione, peccato che si dimentica che il pdl e la lega nord governano da molti anni la Regione e la Provincia, gli enti che autorizzano discariche e impianti smaltimento rifiuti. Nel suo intervento la consigliera di Montichiari (ex assessore) ha anche comunicato all’assemblea che portava un messaggio del Sindaco del Comune di Brescia on. Paroli. Riporto il contenuto con le mie parole: “se il Sindaco di Montichiari vuole opporsi a nuove discariche sul territorio può chiamare il Sindaco di Brescia che si adopererà per sospendere la richiesta di nuove discariche/impianti smaltimento rifiuti avanzate da A2A/Aprica”.

    Alcune brevi considerazioni:

    1. mi auguro che la vena ambientalista del Sindaco Paroli abbia la stessa sensibilità anche per il territorio del comune di Brescia.

    2. Il messaggio rivolto al Sindaco di Montichiari varrà anche per tutti i sindaci che sul loro territorio vedono le richieste di realizzare discariche o impianti di smaltimento rifiuti da parte di aziende del gruppo A2A (per esempio Bosco Sella)?

    3. Mi piacerebbe sapere cosa ne pensano gli amministratori di A2A di simili proposte.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY