Brescia Samp 1-0, prima vittoria dopo quasi tre mesi. Le pagelle

    0

    Le Rondinelle tornano a volare. Un gol di Cordova al 13′ del primo tempo – complice una mezza papera del portiere doriano – regala al Brescia la vittoria dopo una lunga serie di risultati negativi: 3 punti nelle ultime 11 giornate, ultima vittoria datata 22 settembre (contro la Roma, al Rigamonti). Per il suo esordio in panchina mister Beretta schiera un 4-3-3 con Diamanti e Konè a sostegno di capitan Possanzini dopo il forfait per infortunio di Caracciolo alla vigilia. Più che novità tattiche, la squadra sembra aver guadagnato in convinzione e grinta. Il Brescia sale ora a 15 punti e si ritrova appaiato al Lecce (vittorioso con il Chievo) in terzultima posizione.

    Il match

    Il Brescia ha la meglio in un match nervoso ma corretto, non spettacolare ma intenso. Poche le vere occasioni da rete; le Rondinelle si sono quasi sempre difese bene, con ordine, pronte a pungere in contropiede. Nei primissimi minuti più incisiva la squadra di Di Carlo, con un paio di buone incursioni. Poi, al 13′, la rete che decide la partita. Punizione dai 25 metri per il Brescia: tiro potente anche se centrale di Cordova che buca la rete doriana con il decisivo contributo del portiere Curci. Nel primo tempo da segnalare solo una girata rasoterra al volo di Pazzini, che non trova la porta (al 27′) e una spettacolare rovesciata di Marilungo, alta (al 32′). Nel finale dei primi 45′ Brescia vicino al 2 a zero grazie a una serie di cross e controcross nell’aria piccola, con la Samp che libera in affanno. Sostituiti Cordova (con Budel, al 39′) e il doriano Cacciatore (con Accardi, al 45′), entrambi per infortunio.

    La ripresa si apre con un paio di contropiedi di Diamanti che prima ci prova di sinistro e poi di destro. Con il passare dei minuti cresce anche il tasso d’agonismo. La migliore palla gol per la squadra di Mimmo Di Carlo arriva al 70′ con una bella girata di Pazzini su un cross della destra e con la strepitosa risposta di Sereni. Pochi secondi dopo altra occasione per Marilungo. Inutile il forcing finale della squadra blu-cerchiata, mai davvero incisiva, che chiude la partita con un 4-2-4. Il Brescia, senza fare nulla di straordinario, ottiene quello che voleva, i 3 punti. Il miglior modo per iniziare l’avventura biancazzura di Beretta.  

    Le formazioni iniziali:

    BRESCIA (4-3-3) Sereni; Zambelli, Zebina, Bega, Dallamano; Vass, Cordova (38′ pt Budel), Hetemaj; Diamanti, Possanzini, Konè. (Arcari, Mareco, Berardi, Baiocco, Eder, Feczesin). All. Beretta.
    SAMPDORIA (4-4-2) Curci; Cacciatore (46′ pt Accardi), Volta, Lucchini, Ziegler; Mannini, Palombo, Tissone, Guberti; Pazzini, Marilungo. (Da Costa, Rossini, Dessena, Accardi, Koman, Poli, Pozzi). All. Di Carlo.  

    GOL: Cordova (Brescia) al 13′ del primo tempo 

    AMMONITI: Cordova per comportamento non regolamentare, Zebina, Accardi per gioco falloso

    SPETTATORI: 5.500 circa

     

    Le pagelle

    Brescia (4-3-3):

    Sereni 6.5

    Zambelli 6.5

    Zebina 7

    Bega 7

    Dallamano 6

    Vass 6 (28′ st Baiocco sv)

    Cordova 6.5 (38′ pt Budel 6)

    Hetemaj 6

    Diamanti 6 (38′ st Mareco sv)

    Possanzini 6,5

    Kone’ 6,5

     

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    LEAVE A REPLY