Il Pd da Alfano per il senegalese morto in cella

    0

    Due notti in una cella fredda, senza riscaldamento e senza ricevere cure. Un caso-Cucchi anche a Brescia? La morte del 36enne senegalese Saidou Gadiaga, avvenuta in una cella di sicurezza della caserma Masotti dei carabinieri (leggi la news sul nostro sito), continua a far discutere e approda direttamente a Roma.

    I tre parlamentari del PD Emanuele Fiano, Paolo Corsini e Pierangelo Ferrari hanno presentato in commissione Giustizia un’interrogazione diretta al Ministro Alfano. I tre politici non criticano il fatto che il senegalese sia stato trattenuto, bensì che allo stesso non siano state fornite le cure di cui la sua situazione di salute necessitava. Saidou, senza permesso di soggiorno perchè aveva perso il lavoro, infatti era malato di asma cronica, e avrebbe addirittura presentato ai carabinieri un certificato medico sul suo stato di salute. E’ stato soccorso in tempo? Si poteva evitare la morte?

    Molte risposte potrebbero arrivare dall’esito dell’autopsia che è stata eseguita ieri.
    a.c.

     

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY