Mega-macello in arrivo. Nuovi 600 posti di lavoro?

    0

    Un impianto che a regime potrebbe trattare qualcosa come 40mila suini alla settimana. Davvero impressionanti i numeri del progetto che il gruppo valtellinese Bresaole Pini ha presentato al Comune di Manerbio.

    L’operazione avrebbe una sua logica: trattare i maiali laddove i maiali vengono allevati, nella Bassa costellata da decine di aziende suinicole. Il progetto è ovviamente ben accolto dal comune di Manerbio, allettato dall’idea di introiettare oneri di urbanizzazione (35mila metri quadrati di strutture coperte) e rilanciare l’occupazione da tanti anni alle corde dopo la chiusura di Marzotto e Meras. A regime i posti di lavoro creati dal nulla dovrebbero essere di circa 600, di cui almeno la metà composti da donne. 

    Il progetto dovrà essere sottoposto alla VAS, se tutto andrà bene i lavori potrebbero iniziare già fra un anno. La zona indiciduata è quella lungo la vecchia strada che porta a Milzanello, non distante dalla A21. La società proponente ha elaborato un progetto che mira ad abbattere il più possibile l’impatto sull’ambiente, ad esempio smaltendo i rifiuti in un inceneritore e riutilizzando il calore emesso e impegnandosi a realizzare una strada di accesso che non graverà sul traffico tradizionale. 
    a.c.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Speriamo di no invece. La gente pensa sempre e solo al profitto. Di tutti quei milioni di animali che vengono trucidati ogni giorno per buisness non gli importa a nessuno. Poi le persone si lamentano perchè vanno incontro a temibili malattie cardiovascolari(principale causa di morte in Italia dovuta ad una alimentazione ricca di grassi animali). Diventate vegetariani che sarete più sani, smetterete di uccidere povere bestie indifese ed eviterete di sottrarre alla terra milioni di tonnellate cereali e legumi destinati adesso agli animali da macello, ma che se venissero destinati alla popolazione umana risolveremmo concretamente la fame nel mondo( Fonte FAO OMS ONU )

    2. bresciani somari! sempliciotti mangiatori di salame.
      Quante bugie ancora dobbiamo credere? Brescia è decimata, massacrata, inquinata, trafficata e .. brutta.
      Dobbiamo ridurre il consumo e disincentivare l’allevamento animale se vogliamo che la nostra provincia torni bella.
      Altrimenti avremo solo capannoni, puzzolenti fanghiglie, campi di mais e fiumi di liquami. Agricoltori e allevatore – e impresari edili – sempre più ricchi. Al prezzo di un ambiente sempre più invivibile.
      Vi piace tutto questo?

    3. cercate con un motore di ricerca: "la vera bestia macello maiali" scegliete il video "come muoiono veramente i maiali" dura circa 6 minuti

    4. Basta campi di sterminio per animali! Bisogna disincentivare il consumo di pezzi di animali morti dopo atroci sofferenze: per la salute umana e per le crudeltà inflitte agli animali. Diventare almeno vegetariani è facilissimo: mangiare carne è un tragico capriccio. Non vorrei mai avere la coscienza di chi presenterà domanda di lavoro a questo futuro campo di sterminio (speriamo che questo progetto non si realizzi mai). Anch’io, come tante altre persone, sono stata per lunghi tratti disoccupata e in difficoltà: ma mai mi sono sognata di chiedere lavoro a chi sfrutta e uccide ignobilmente i più deboli fra i deboli, cioè gli animali, che sono esseri senzienti.

    5. Apriamo una piccola premessa…sono stanco di sentire persone ottuse che pensano solo agli impatti ambientali…le centrali nucleari ci son in francia…le bombe atomiche son sotto ghedi…e a oflaga nn si vuole far nulla..e si preferisce prendere energia degli amati francesi che abbiam visto che fin han fatto fare a verola nuova alla ocean…non voglio uscire dal tema.
      Cmq un impianto del genere fornirebbe soltanto posti di lavoro…incrementerebbe gli allevamenti locali di suini gia esistenti…che al posto di sperperare gasolio per mandarli a Parma(meno inquinamento) li manderebbero qui….al posto di aprire centrali nucleari userebbero la bio massa come fan gia nel comune di milzano….quindi direi a questi ambientalisti che non capiscon una mazza…che al posto di star a correr dietro a cause perse….vadan a rompere le scatole a strotture di cemento nel bresciano interminate(un centro commerciale nelle vicinanze di manerbio) che rimarrà li come monumento….vadan a demolirlo …vero gli ambientalisti han forza nella lingua non san usare un martello a percussione richiede troppe energie fisiche…lavoran solo con la lingua….quindi al posto di lamentarvi davanti a ciò che è positivo andate a demolire ciò che è inutile…
      Il macello ha più prò che contro

    LEAVE A REPLY