Il Comune si scaglia contro Ati: Più controlli

    0

    Superficialità e irresponsabilità. Queste le parole ricorrenti rivolte dagli amministratori in Loggia ai tecnici dell’Ati, che avrebbero delle precise responsdabilità in merito ai tre blitz dei graffitari che hanno imbrattato i vagoni della futura metropolitana leggera di Brescia.

    A distanza di alcuni giorni dall’ultimo episodio (leggi la news: clicca su questo link) la Loggia se la prende con l’Ati che ha lasciato completamente incustoditi i vagoni per 45minuti, in una zona ben visibile da chi transitava, all’esterno del deposito. Durante questo periodo i tecnici non erano al lavoro, erano in pausa-cena. Un invito a nozze per i writers, secondo l’assessore Labolani, che auspica che fatti del genere non accadano più: «E’ vero che l’Amministrazione comunale entrerà in possesso dei treni solo dal 31 dicembre del 2012 ma è anche vero che si tratta di beni comuni che come tali vanno tutelati».

    Comments

    comments

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome