Con la riforma 24,5 milioni in più nelle casse della Loggia

    0

    Nessun rischio stangata per il Comune di Brescia dall’eventuale introduzione del federalismo fiscale. Anzi, in base al decreto attuativo sul fisco comunale la Loggia dovrebbe ritrovarsi nelle proprie casse ben 24,5 milioni di euro in più, con un incremento del 51% rispetto alla situazione attuale. E’ quello che emerge dallo studio del senatore del Pd Marco Stradiotto sulla base dell’elaborazione dei dati della Copaff (vedi allegato). Una ricerca che in questi giorni sta facendo molto discutere perché nel passaggio dai trasferimenti all’autonomia impositiva prevista dalla riforma i comuni capoluogo ci perderebbero qualcosa come 445.455.041 di euro. SI tratta però di una stima generale, che vede penalizzate soprattutto le città del sud (Napoli -61%, L’Aquila -66%, Palermo -55%, Potenza -56%) mentre i benefici si avrebbero in 52 delle 92 città considerate, soprattutto al Nord. I vantaggi maggiori si avrebbero a Olbia, con un incremento delle entrate del 180%, poi a Imperia con un incremento del 122%, quindi Parma (+105%) e Rimini (74%). Le casse del Comune di Brescia, come detto, potrebbero contare su 24,5 milioni in più.

    Nel 2010, infatti, la Loggia ha potuto contare su 48.026.394 euro di trasferimenti statali. Con la “devoluzione” (tassa di registro e tasse ipotecarie, l’Irpef sugli immobili e l’introito che dovrebbe venire dalla cedolare secca sugli affitti) potrebbe contare su 72.599.345 euro. Brescia passerebbe così dagli attuali 252 euro di trasferimenti pro-capite a 380 euro per ogni cittadino.

    L’analisi di Stradiotto, va però precisato, non tiene conto di un fondo perequativo che è invece auspicato dal senatore del Pd “in modo da garantire un gettito più equilibrato” a tutti i comuni.  

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. ahahahah…il PD che certifica l\’impegno del Governo per dare più soldi a Brecsia è fantastico! Così dimostra che la Lega fa davvero l\’interesse di Brescia e dei Bresciani!! PAROLA DI PD!

    2. Leggendo questi numeri è impossibile che la riforma passi così. Si avrebbe la bancarotta del sud e la rivolta di mezza Italia. Per cui vedremo se e cosa sarà questo fondo perequativo e quanto resterà davvero a brescia

    3. Ok, a Brescia andrebbe anche bene. Ma mi pare che non si sia colto un dato essenziale. Ci avevano sempre detto che con il federalismo le risorse sarebbero rimaste sul territorio. Ora invece viene fuori il terriotorio (tutto) avrebbe a disposizione mezzo miliardo di euro IN MENO! Visto che poi qualcosa bisognerà dare a questo fondo perequativo, siamo sicuri di guadagnarci????

    4. ma se ha costruito più l\’opposizione in parlamento per il federalismo che la Lega e il Pdl, che tra l\’altro è piuttosto centralinista!

    LEAVE A REPLY