L’ex sindaco Corsini: alle amministrative 2013 non sarò sicuramente assente

    0

    di Federica Papetti – Paolo Corsini, già sindaco di Brescia e oggi parlamentare nelle fila del Partito Democratico, conversa con Bsnews sui temi dell’attualità bresciana.

    Onorevole Corsini nei giorni scorsi, in occasione della consueta conferenza stampa di fine anno, il sindaco Paroli ha rilanciato la necessità di un nuovo patto sociale per la città. Un patto tra anziani e immigrati? Che pensa, anche alla luce della protesta sulla gru, evento che ha polarizzato la città tra chi solidarizzava e chi, invece, invocava il ripristino della legalità ad ogni costo?

    Io parlerei di un patto tra la città e immigrazione tramite politiche rette sull’interculturalità. Quanto alla alla drammatica protesta degli immigrati sulla gru, in quel frangente si è evidenziata la totale assenza dell’Amministrazione sostituita dall’azione di sindacati, Curia, Pd e altri settori della società civile. Anzi, l’Amministrazione ha solo drammatizzato i toni con l’operato di quella controfigura di commissario di polizia che è il nostro vicesindaco. Con la mia Giunta erano stati messi in campo percorsi di cittadinanza strutturati in diversi ambiti e con molteplici iniziative, un programma frutto di un lavoro decennale che è stato progressivamente smantellato per essere sostituito da una politica miope ed insipiente. Prenda la sicurezza, concepita solo in termini di ordine pubblico, invece che sicurezza sociale. Ecco sono approcci di questo tipo che esacerbano il conflitto senza rinnovare il patto appunto tra città e immigrati.

    Il sindaco Paroli, però, quando citava gli anziani evidenziava in particolare il cambio demografico della città e sottolineava come nella graduatoria delle case popolari, per esempio, i bresciani che hanno contribuito alla costruzione della città si vedano scavalcati da numerosi immigrati che un tempo, invece, non c’erano?

    Il problema della casa è una grave emergenza, ma anche in questo settore l’attuale Giunta ha archiviato le politiche attuate in passato e smantellato i diversi progetti pensati per le fasce più deboli, penso alle case per i sinti.

    Proprio in merito alla gru, sul nostro sito è scaturita una polemica che ha visto il Pd contrariato da alcune dichiarazioni di Damiano Galletti, segretario della Cgil che aveva denunciato l’assenza del Pd in quella drammatica vicenda. Lei cosa ne pensa?

    Innanzitutto devo sottolineare l’efficace operato della Cgil sul fronte immigrazione, penso ai vari ricorsi per il bonus bebè, penso alla gestione del caso Adro o a di quello di Gavardo. Tutte circostanze nelle quali il sindacato guidato da Galletti ha agito in modo sapiente, saggio ed efficace in difesa della democrazia. Quanto all’affermazione dell’assenza del Pd nella vicenda gru trovo tale giudizio improprio ed ingeneroso perchè andrebbe valutata l’azione nel complesso. Io e l’onorevole Ferrari siamo i protagonisti di alcune interrogazioni in Parlamento, Bragaglio è uno degli autori del testo sul quale si è formata la mediazione.

    Cambiando argomento e passando al Musil, sembra che il progetto da Lei caldeggiato anche con un a missiva indirizzata direttamente al sindaco tramite la stampa locale non si farà. Il bilancio non lo permette.

    Il Musil è un progetto che guarda la futuro, è un luogo di innovazione e un’occasione di di impiego e lavoro. I problemi dei bilanci comunali sono responsabilità di un Governo che attua politiche poco federaliste. Quelle del Governo attuale sono politiche etno-nazionaliste. Inoltre, quando io ero sindaco e si penalizzarono i Comuni scesi in campo con Anci per criticare tali scelte. Ma le sofferenze del bilancio in Loggia sono causate da scelte come Omb o l’operazione Oviesse, iniziative dove vengono impiegate  le risorse e in modo contraddittorio. Voglio ricordare che noi abbiamo lasciato un bilancio che era il terzo meno indebitato In Europa, questa Giunta, in un anno e mezzo, ha scompaginato anni di gestione oculata e diligente.

    Perchè contraddittorie?

    Pensi al parcheggio che si vuole costruire sotto il Castello: bloccherà tutta la viabilità proveniente dall’asse Nord quando rimane disponibile quello di Fossa Bagni. Anche per la metro, apprendo ora che mancano i fondi per le strutture di supporto, indispensabili per la riuscita del progetto, mentre si pensa al labocubo, una struttura che sembra una seggiovia o un camper piazzato vicino alla Loggia.

    Che idea si è fatto sull’uso delle carte di credito da parte di questa Giunta?

    Quelle vicenda denota leggerezza, ma è anche frutto dell’arroganza del potere. Hanno tentato di coinvolgermi, ma sono andato a riguardare tutte le carte e le posso dire che io in tre anni ho speso circa 5 o 6 mila euro di cui la maggior parte in biglietti aerei. C’ è un pranzo per la somma di 140 euro al quale abbiamo partecipato io il vicesindaco Morgano e Letizia Moratti in occasione della fusione di A2A.

    Secondo lei dovrebbero dare le dimissioni?

    Sono un garantista e il processo penale è ancora aperto, quindi devono essere attese le sentenze. Devo ammettere, comunque, che tutta la vicenda stride con l’immagine di un Rolfi vendicatore di giustizia.

    Forse per il vicesindaco le spese sono quelle più giustificate, visto che, a detta di molti, di fatto proprio Fabio Rolfi a Brescia esercita il ruolo di sindaco..

    Guardi ho apprezzato l’ironia dei manifesti realizzati dal Pd nei quali si parla della Giunta Rolfi- Paroli e vorrei ricordare con quanto ardore e insistenza proprio loro, nel novembre 1998, chiedessero le mie dimissioni quando sono diventato sindaco e ero, appunto parlamentare. Ebbene, io le diedi il giorno stesso, ma vennero validate dal Parlamento alcuni mesi dopo per una causa sollevata dalla Poli Bortone che si trovava proprio nelle mie condizioni. La Giunta di Montecitorio aveva riunificato i procedimenti e quindi attendeva la decisione per entrambi, ma Arcai, Di mezza e Paroli in quel lasso di tempo continuarono a chiedere le mie dimissioni su tutti i giornali, quasi ogni giorno.

    Senza contare che non è non si ottiene maggiore autorevolezza dal ruolo di parlamentare come vorrebbe far credere il sindaco. Io ottenni i soldi per terminare il Palazzo di giustizia incontrando Fassino per la strada. E voglio anche ricordare che l’emendamento salva- Brescia quello di cui va fiero oggi Paroli è passato perchè io e Ferrari non ci siamo opposti per un senso di responsabilità nei confronti della città. Se ci fossimo opposti, per legge, non avrebbe potuto passare.

    Lei era la corrente che Ospedali Civili di Brescia e Asl sono inscritti a Cdo?

    No, ma io non nutro nessuna pregiudiziale nei confronti di Compagnia delle Opere. Certo la mancanza di una discussione pubblica in tal senso rimane inopportuna.

    Lei si ripresenterà alle lezioni amministrative del 2013?

    Non sarò sicuramente assente e darò il mio contributo.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Sinceramente Corsini è stato un buo sindaco, ma ha fatto il suo corso… Del Bono è la figura giustaoggi, anche per questioni anagrafiche.

    2. Ma che state dicendo? Delbono??? Ma dove volete che vada???? A me Corsini sta antipatico. E\’ troppo pieno di sè. Però oggi come oggi è l\’unico che potrebbe far vincere il centro sinistra. Mi auguro che in questi tre anni emerga qualche figura nuova, ma ne dubito

    3. Cara SARA la politica non si fa con le simpatie ma con i fatti! Figure nuove? Sì…
      magari tipo VENDOLA…… Allora sì che andremmo bene…. Affa..

    4. Non si preoccupi delle critiche… è tutta invidia! lei è la migliore risorsa che questa città e questo partito abbiano espresso negli ultimi anni!

    5. POER… TI SEI DIMENTICATO CHE CORSINI NON E\’ PIù IL SINDACO DI BRESCIA PERCHE\’ GLI ELETTORI HANNO MANDATO A CASA TUTTA LA SUA TRUPPA? AH… FORSE SE L\’E\’ DIMENTICATO PURE LUI!!!!!1

    6. Ma onorevoli commentatori, vi ricordate chi ha svenduto A2A, chi con quell\’operazione scellerata ci ha tolto un\’azienda che doveva tutelare e sviluppare il territorio, una società che staccava dividendi a sei cifre per le casse comunali? Corsini l\’ha regalata ai milanesi, ci ha creato un danno che è irreparabile. Altro che carte di credito, se Paroli si è mangiato 49mila euro, Corsini quanti milioni di euro ci è costato con l\’operazione ASM-AEM? Sono queste le cose a cui guardare, non alla solita ammuffita fuffa raccontata nell\’intervista.

    7. Mi sa che il riferimento alle prossime elezioni è un messaggio neanche tanto subliminare a Del Bono, l\’unico (ma forse neppure lui) che si potrebbe preoccupare di un ritorno di Corsini. Magari facesse una bella campagna, il centro destra rivincerebbe sicuro.

    8. GEPPO HA PERFETTAMENTE RAGIONE!
      CON A2A SI E\’ MAGNATO……….. E I BRESCIANI HANNO DIMENTICATO!!!
      CON METROBUS SI STA\’ MAGNANDO… E I BRESCIANI STAN PAGANDO!!!
      CORSINI? BONO QUELLO!

    9. Corsini sei imopresentabile, guarda che schifo di città che ci hai lasciato, hai trasformato una piccola città di provincia in una metropoli, non nel senso buono (città aperta, in movimento, piena di interessi, input, ecc) , ma nel senso che una cittadina come la nostra deve affrontare problemi di città di milioni di persone, vuole esmpi?
      -metrobus
      -inquinamento
      -bassa natalità italiana
      -zone di soli immigrati
      -quartieri abbandonati a se stessi
      -disoccupazione

      e si potrebbe ancora continuare…resta a Roma che fai meno danni…

    10. Ah…rieccolo….il potere non si dimentica….fare il parlamentare (uno dei tanti) non gli da quel prestigio….vero Paolino????

    11. Macchè paura di Corsini…forse la sinistra non ha altri uomini e/o donne??? Bisogna ripescare dal passato??? Peccato, avreste potuto dare dei bei segnali di cambiamento, invece così non mi sembra si facciano passi in avanti, per Voi!

    12. Ma che si facciano delle primarie!!! Ma primarie vere, con i big del partito, senza pre-accordi sottobanco: corsini, del bono, bragaglio, bazoli! Poi io personalmente voterei per Manzoni: è giovane, bravo, preparato. e rischiamo una volta atnto!!!

    13. I ritorni al passato sono sempre un errore anche in quei casi in cui il passato è stato buono come è avvenuto con Corsini. Ora bisogna guardare avanti, a partire dal Pd che in Loggia per merito di tutto il suo gruppo ben guidato da Emilio Del Bono può porsi come l\’alternativa valida per far tornare a Brescia un governo che sappia amministrare bene la nostra città.

    14. bravo !ci mancavi .io li candiderei tutti e due.
      ma Corsini ritornerebbe a Brescia? vabbè che i suoi 20000,00ventimila euro di pensione li ha ormai guadagnati.
      Brescia vi attende.

    15. dici gli stessi 20mila euro che prenderanno paroli, romele, molgora e tanti altri che hanno o hanno avuto il doppio incarico? smettiamola con le polemiche stupide e pretestuose

    16. Corsini candidato sindaco? Ah ah ah ah ah ah ah ah ah. Siete proprio alla frutta!! Beh, in effetti per il centro-destra sarebbe tutto più facile…

    17. Ricordo l\’ultima volta che il Corsini e\’ stato eletto Sindaco di Brescia,al comizio tenuto subito dopo la elezione canto\’bandiera rossa al microfano….basta!con questi scheletri politicizzati con grandi responsabilità per il degrado della nostra città. Che il sig.Corsini rimanga deputato almeno non fa danni stando all\’opposizione..in caso abbia voglia ancora di amministrare qualcosa ,vada ad Haiti tra non molto vi sono le elezioni.

    18. Più leggo i commenti del centrodestra e più capisco che hanno paura di un eventuale ritorno in campo di Corsini………………….

    19. x Ludwig: Corsini è stato un buon sindaco ma nn esageriamo nel dire il migliore, ti ricordo che Brescia ha avuto molti ottimi sindaci dal grande Boni a Padula, da Trebeschi a Martinazzoli…di sicuro nessuno aveva mai fatto come Paroli sia il sindaco che il deputato e nessuno aveva combinato così poco…

    20. Penso che Corsini abbia fatto una parte negativa di Brescia, non ha mai considerato \"la città dei bresciani\" ma la SUA città.
      Esempi se ne possono trovare parlando con gli abitanti del centro, di cosa pensano dell\’invasione barbarica di extracomunitari, di come ha gestito da \"padrone\" la svendita dell\’ASM, della banca BIPOP, del BANCO DI BRESCIA, evviva la brescianità, se dovesse ritornare da sindaco rimane la squadra di calcio!

    21. Speriamo che dia un contributo migliore delle ultime elezioni visto che da deputato del Pd non pare si sia dato molto da fare le ultime elezioni…se non c\’è lui di mezzo… la generosità non è il suo forte.

    22. è vero che abbiamo paura di Corsini, abbiamo paura di nuove STRONZATE che potenzialmente può fare, visti i precedenti…

      ps:se tornerà appoggerà la classica lista civetta…

    23. io e molti amici della base del pd candideremmo giorgio de martin per il grande impegno che ci sta mettendo nel contrasto con questa giunta in questo momento così difficile

    24. Io e miei molti amici dall\’alto dei nostri monti candideremmo invece Emilio Del Bono…. cmq sulle primarie non ci piove o nevica…

    25. Ancora Corsini???il PD non ha proprio nessuno che riciclare l\’ex Sindaco? Secondo me si sta facendo solo campagna elettorale in vista delle possibili Elezioni politiche.Se il Pd non ha nulla di meglio da proporre allora vuole dire che la prossima volta il Sindaco sarà leghista…L\’unica strda da percorrere per il Pd è quella del rinnovamento generazionale,magari trova tra i suoi un Renzi .

    26. Se gli uomini del Pd sono ancora Corsini e Del Bono oppure De Martin (che comunque ha già detto di non volere cariche istituzionali) non avremo mai la possibilità di battere PDL e Lega, che al contrario, piaccia o no, hanno personalità politiche forti e carismatiche. Se poi faremo il suicidio politico delle primarie (che personalmente ho sempre considerato un\’arma a doppio taglio) avremo ancora meno opportunità perchè rischieremo di dare un\’immagine di un partito diviso e sarebbe troppo reale la possibilità di candidare un papa stranierpo. non la vedo rosea… mah

    27. Mi sa che molto hanno la memoria corta e non riescono per giunta ha fare una chiara sintesi della realtà. Un consiglio da chi vota Pdl, ha chi sostiene il Pd, ricordatevi come sono andate le ultime elezioni, nazionali e locali. Abbiamo bisogno di una opposizione seria, propositiva e costruttiva, che lavori per la città e non solo per mandare a casa l\’attuale giunta. Se poi analizzate le ultime elezioni davvero pensate ancora a Corsini. Ma non capite e non vedete che non lo rimpiange e non lo vuole nessuno. Se n\’è andato dalla città e nessuno in questi anni se n\’è accorto. A nessuno è mancato. I cittadini sono ancora stufi marci di lui.
      per piacere candidate qualcuno con un minimo di appeal!

    28. Ha ragione Chiara, la città quando se n\’è andato Corsini ha tirato un sospiro di solievo. A nessuno è mancato, tutti invece si sono accorti di quanto era poco necessario. Chi ha testa nel pd consideri questa opinione per quello che è e per quello che vale. Dissentta pure ma la bolli come spauracchio per le prossime elezioni, ritornereste ha fare lo stesso errore di 3 anni fa.

    29. CORSINI? MI PIACEREBBE PROPRIO CHE SI CANDIDASSE ALLE PROSSIME ELEZIONI:
      FAREBBE UNA FIGURA MESCHINA E FORSE CAPIREBBE QUANTO SIA SGRADITO AI BRESCIANI!

    30. A me le critiche sembrano strumentali: contro Paroli (soprattutto se non ci fossero state le elezioni nazionali in contemporanea) Corsini avrebbe vinto di brutto… Ho come la sensazione che abbiate davvero paura…

    31. La gran quantità di commenti in così poco tempo dimostra che Paolo Corsini è tutto fuorchè indifferente o estraneo alla città, come qualcuno dei commentatori vorrebbe far credere. Io penso che sia anche un po\’ temuto, tanto da una parte che dall\’altra. Ma penso anche sarebbe il più autorevole autore di una sintesi tra gli oppositori, dichiarati e potenziali, alla gestione disinvolta e attenta agli interessi particolari che la giunta in carica sta attuando. Questo è il contributo più prezioso che Corsini può dare, a prescindere dal candidato, sul quale bisogna riflettere anche senza il feticcio delle primarie. Se sta cominciando a fare un lavoro di questa natura, gli va augurato che sia un buon lavoro, nell\’interesse della città. E che parta dalla consultazione di più sensibilità, superando quella tendenza alla chiusura in se stessi che ha sempre caratterizzato il suo partito, quale che fosse il nome che portava.

    32. Mi sembra che ci siano molti commenti su un ipotesi di cui Corsini non parla. Alla domanda \"Lei si ripresenterà alle elezioni amministrative del 2013?\" risponde \"Non sarò sicuramente assente e darò il mio contributo\". Mica dice che si candiderà come sindaco, mi pare che voglia essere in lista per il suo partito, cosa che voleva fare anche alle elezioni comunali scorse, ma poi aveva preferito candidarsi come deputato.

    33. CORSINI VUOLE DARE IL SUO CONTRIBUTO ALLE PROSSIME ELEZIONI? BENE. PRIMA PERO\’ VADA SU UNA GRU E SI NUTRA DI KEBAB PER UN MESE……. DOPODICHE\’ SARA\’ CREDIBILE!!!!

    34. Corsini è l\’espressione di una sinistra radical chic che ormai non rappresenta più nessuno. L\’avv. Cinquepalmi scrive:\"La gran quantità di commenti in così poco tempo dimostra che Paolo Corsini è tutto fuorchè indifferente o estraneo alla città\". Infatti nessuno è indifferente. I bresciani sono ancora incazzati per quello che ha fatto durante i suoi mandati da sindaco!!!!!

    35. Corsini è il miglior esponente politico bresciano, per cultura, capacità e ahimè anche per operosità. L\’attuale giunta si sta ampiamente dimostrando ridicola, criticando il suo operato ma allo stesso tempo presentandosi ai nastri ad inaugurare tutte le opere messe in essere dalla giunta Corsini. Mi auguro che Corsini non torni: Brescia non lo merita. Brescia evidentemente si merita gente come Paroli…che come prima iniziativa da sindaco-onorevole…ha rinnovato il parco macchine del comune…Questa è la politica che ci meritiamo. Paolo stanne fuori.

    36. Corsini ha già rinunciato piu volte al mandato di deputato (e rispettivo denaro) per la città… al contrario attuale sindaco e presidente di provincia non ci pensano nemmeno….Questo fa già capire lo spessore delle persone e il motivo per cui fanno politica…
      Cmq dice solo che sarà di aiuto…non che si candiderà..

    37. Ancora commento cancellato. Provo a scriverlo a rate. 1a rata.

      Corsini persona? lo trovo intelligente, colto, lavoratore, permaloso, senza un briciolo di autoironia,con esubero di autostima.

    38. 3a rata.
      Corsini Sindaco? lo è diventato perchè, pur comunista, è cattolico ed ha ottenuto il benestare degli ambienti curiali e associati, cosa che non è avvenuta per BOrghini.

    39. 4a rata.
      Ha commesso alcuni errori:
      1°) la vicenda ASM; non ha voluto ascoltare il prof. Vitale, unico membro del CdA che conoscesse realtà e mire milanesi.

    40. 5a rata.
      2°) La politica urbanistica che, affidata ad un assessore onesto ma troppo ideologizzato, ha fatto crescere la città in altezza per risparmiare territorio ma non ha saputo frenare l\’emoragia di tanti cittadini verso paesi limitrofi più di Brescia vivibili e con migliori servizi.

    41. 6a rata.
      3°) Le cosidette \"Grandi Mostre\" (indecente l\’ultima sulla pittura americana), da lui vissute come monumento alla sua attività amministrativa e che non hanno lasciato traccia né nel tessuto economico né in quello culturale della città.

    42. 8a ed ultima rata.
      Un augurio all\’On. Corsini? che il suo forte impegno durante la prossima campagna elettorale a favore di un nuovo candidato sindaco del centro-sinistra sia coronato da successo.

    43. Noto con piacere che per lo meno la figura di Corsini stimola il confronto…nel bene o nel male…Confronto con i cittadini che la sua giunta ha sempre proposto…uscendo dalla Loggia.. partecipando alla vita cittadina..
      Solo cosi si può fare politica…a maggior ragione a livello cittadino..

    44. Bragaglio attivo sulla questione della gru?! E tutti gli altri che senza mettersi in bella mostra si sono dati da fare molto di più?! Pur di non riconoscere i meriti di Del Bono e del bel gruppetto di giovani (forse un po\’ inesperti ma meno egocentrici!!!) che il PD ha in Consiglio comunale, Corsini è disposto anche a screditare il suo stesso partito: bravi solo la CGIL e Bragaglio. Che fa opposizione come negli anni 70.
      BASTA!!! abbiamo voglia di una nuova generazione di politici!!! Giovani, forse alle prime armi ma più semplici e credibili!!!

    45. SEMPER POLEMICA ALL\’INTERNO DEL PD… MA RIUSCITE A METTERVI D\’ACCORDO TRA DI VOI? AVETE UN\’IDEA COMUNE A PARTE QUELLA DI ESSERE CONTRO TUTTI?? CONTINUATE COSì CHE GOVERNIAMO FINO AL 2100

    46. “Fuori dal balcone”, si firma. Spiritoso. Ma critica Corsini per il contrario di quello che ha detto, infatti Corsini ha difeso il PD sulla vicenda gru dal giudizio di Galletti, definendolo “improprio ed ingeneroso”. Poi a sproposito si mette a difendere persone – Del Bono – che neppure sono state criticate. Mah…Un avvocato difensore così, quand\’anche gratis, lo sconsiglierei. E pure disinformato. Parla in modo polemico dei meriti non riconosciuti ad un “bel gruppetto di giovani (forse un po\’ inesperti ma meno egocentrici) che il PD ha in Consiglio Comunale”. Ma sa di chi parla? Di giovane (e per nulla inesperto) c\’è solo Manzoni, e si può aggiungere anche un “purtroppo”. Ma gli altri sono ben sopra i 40 anni, che giovani giovani lo saran di spirito, ma anche loro di buon corso e per nulla inesperti! Col freddo che fa, ancora fuori dal balcone? Rientri, vedrà che starà meglio. E\’ un benevolo consiglio, non lo prenda per un insulto! brg

    LEAVE A REPLY