17mila euro a un truffatore per falsi passaporti

    0

    17mila euro consegnati, solo sulla fiducia, a un 54enne mantovano per ottenere 4 passaporti e 4 posti di lavoro per connazionali. E’ stato truffato per un anno intero, un anno durante il quale ha atteso invano che 4 connazionali marocchini potessero finalmente raggiungerlo a Brescia per tentare di farsi una vita migliore. Alla fine, esausto e (finalmente) insospettito dalla richiesta di ulteriori 4mila euro, ha denunciato il ricattatore.

    Angelo Vighini, 54enne residente ad Asola nel mantovano ma con frequentazioni anche bresciane, è stato arrestato con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. I documenti in suo possesso erano intestati a Fausto Galeotti, e si faceva chiamare Stefano. Aveva promesso a un marocchino di procurare 4 passaporti per suoi amici, e farli venire in Italia a lavorare. Dopo avere intascato 17mila euro, e diversi tira e molla, l’uomo ha consegnato i nulla osta (con i quali chiedere il passaporto) al marocchino, che a sua volta li ha spediti in Marocco. Una volta che i connazionali si sono recati all’ambasciata italiana in Marocco la brutta sorpresa: i documenti erano falsi. A quel punto la nuova promessa del truffatore, un documento che metteva a posto le cose, documento per il quale però ha chiesto altri 4mila euro. Forse ha oltrepassato il limite. Il truffato si è recato all’appuntamento, un bar di via Moro in città, con due connazionali, che hanno trattenuto di forza il mantovano fino all’arrivo dei carabinieri. 

    Comments

    comments

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome