Strade, 100mila euro per tappare le buche. Labolani: servono più risorse

    0

    Il mantenimento delle condizioni di sicurezza lungo le strade cittadine richiede il costante monitoraggio dello stato del tappeto d’usura e l’esecuzione di interventi di manutenzione straordinaria come la stesura di un nuovo tappeto qualora questo risulti degradato. Si tratta di interventi solitamente realizzati durante il periodo estivo, maggiormente favorevole alla esecuzione di queste opere realizzate con materiali “a caldo”.

    L’effettuazione di questi lavori è indispensabile per affrontare la stagione invernale con ragionevole sicurezza per la viabilità. Le condizioni meteorologiche verificatesi in novembre e dicembre, mesi durante i quali si sono avuti complessivamente 33 giorni di pioggia, 7 con precipitazioni nevose, e 15 giorni durante i quali sono state registrate temperature minime ben al di sotto dello zero termico, hanno contribuito al determinarsi di una situazione critica per l’asfalto di alcune strade cittadine. Il deterioramento della pavimentazione bituminosa rappresenta in molti casi un’emergenza e ciò ha indotto il settore Strade del Comune di Brescia a eseguire in via straordinaria i seguenti interventi:

    – dal 20 dicembre 2010 al 24 dicembre 2010 n. 6 squadre impegnate su tutto il territorio comunale a chiudere le buche presenti utilizzando asfalto a freddo

    – 25 dicembre 2010 / 26 dicembre 2010 -n. 3 squadre a svolgere le attività descritte al punto precedente

    dal 27 dicembre 2010 apertura straordinaria di un impianto per la produzione di conglomerato bituminoso a caldo, di norma chiusi in questo periodo sia per la manutenzione annuale degli impianti che per le festività natalizie. Con il materiale idoneo e macchine operatrici dal 27/12 sono iniziati gli interventi di stesa di tappeto nelle seguenti vie: via Calatafimi, via Volturno, via Trento, via Solferino, Tangenziale Montelungo, Via Triumplina, Via Serenissima, Tangenziale Ovest presso via Serpente e cavalcavia località Castel Mella, Via Roma, Via Lamarmora, Via Fura e Via Roncadelle

    La somma impegnata per l’esecuzione di questi interventi è stimata in 100.000,00 €.

    Alla luce di quanto descritto risulta evidente l’importanza della manutenzione delle asfaltature. La corretta realizzazione delle opere durante la stagione estiva è fondamentale per il mantenimento della rete stradale. Il deterioramento dello strato superficiale delle pavimentazioni bitumate consente, infatti, durante la stagione invernale l’infiltrazione di acqua nella massicciata sottostante, provocando il conseguente danneggiamento della struttura della strada stessa, il cui recupero richiede un forte impegno economico.

    Sul tema, è intervenuto l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Brescia, Mario Labolani: “Abbiamo fatto un buon lavoro durante l’estate, con le opere di manutenzione ordinarie e straordinarie, e posso confermare che anche il piano neve ha funzionato regolarmente. Novembre e dicembre quest’anno sono stati mesi particolarmente difficili dal punto di vista meteorologico: si sono verificate precipitazioni eccezionali che nessuno poteva prevedere e chiaramente ne ha risentito parecchio anche le stato d’usura delle strade. Ci siamo mossi prontamente per sanare le criticità più significative e consentire quindi la sicurezza basilare sulle vie della città. Questa situazione ha però determinato altri effetti: lo stato attuale delle asfaltature rende evidente l’inadeguatezza delle risorse stanziate. Le somme destinate al mantenimento del patrimonio stradale sono state ridotte da 4.000.000,00€ previsti nel bilancio 2009 a 2.150.000,00, di cui 1.750.000,00€ per le pavimentazioni delle strade e 400.000,00€ per le pavimentazioni dei marciapiedi, programmati attualmente nel bilancio 2011. L’impegno adeguato è quello rappresentato dalle somme previste nel bilancio 2009. Chiederò dunque di rivedere le postazioni di bilancio 2011, per ricondurle al minimo indispensabile alla esecuzione delle prossime asfaltature".  

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY