Truffatori al lavoro anche ieri

    0

    Hanno agito in coppia. Due uomini, uno alto e magro, uno basso e tarchiato nella più classica situazione da film comico. Solo che di comico non c’è nulla, anzi.

    Alle 11 di ieri mattina hanno suonato alla porta di casa di una anziana residente, da sola, in via Franchi. Con la scusa di dover  effettuare dei controlli sono entrati in casa e mentre uno distraeva la signora l’altro, praticamente indisturbato, rovistava in camera da letto. Una volta terminato è sceso, i due hanno salutato e fatto gli auguri di buon anno e hanno lasciato l’abitazione. Solo dopo un po’ all’anziana sono venuti dubbi sulla serietà della coppia, è salita a controllare ed ha trovato la brutta sorpresa. 900 euro il contante prelevato dai cassetti.

    I carabinieri indagano, ma in assenza di identikit preciso sarà molto difficile dare un nome ai due truffatori.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Quello che mi chiedo è: questi ladri non si materializzano magicamente nelle case delle vittime. Ma ci arrivano dalle strade: a piedi, in auto, etc. Ma c\’è qualcuno che dedica un po\’ di tempo ad esaminare i filmati delle telecamere dei paraggi delle case dei derubati? Questi colpiscono ovunque: possibile che mai una volta si abbia la \"fortuna\" che vengano immortalati da una telecamera? Ma non c\’è un poliziotto, un carabiniere, un finanziere, un vigile urbano che PERSONALMENTE si prende a buon cuore la situazione provando a pensare che il derubato la prossima volta potrebbe essere suo padre, sua madre o uno dei suoi nonni? Io, se ne avessi la facoltà, ne farei una ragione di vita!!! Non riesco a credere che proprio non sia possibile fare niente per cercare di eliminare questa piaga: ma c\’è qualcuno che si rende conto che questa è una vera e propria emergenza sociale?

    LEAVE A REPLY