Zipponi (Idv) contro il sindaco di Adro: la magistratura lo punisca al più presto

    0
    Bsnews whatsapp

    “Con la vicenda di Adro si passa dal dibattito sui simboli a un’inaccettabile e palese violazione della legge italiana La Lega – oltre a non avere nessun rispetto dell’Inno nazionale, della nostra storia e dell’Unità d’Italia – calpesta senza ritegnole decisioni dei giudici”. Lo afferma in una nota il responsabile Lavoro e Welfare dell’ Italia dei Valori, il bresciano Maurizio Zipponi.

    “Dopo la sentenza emessa dal tribunale di Brescia, il 26 novembre scorso il sindaco leghista di Adro, Oscar Lancini, non ha ancora provveduto a rimuovere, come gli era stato imposto, i 700 simboli con cui aveva marchiato una scuola pubblica, storpiandola in un luogo di mera propaganda politica. Lancini è stato perciò denunciato dalla Cgil ma gli esponenti della Lega e il ministro competente, Gelmini, si sono ben guardati dal prendere le distanze dai suoi comportamenti illegali. L’Italia dei Valori – conclude Zipponi nel comunicato stampa – che è stata più volte ad Adro per distribuire il testo della Costituzione, spera che la magistratura intervenga al più presto per punire il responsabile di questo gravissimo reato”.  

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    RISPONDI