Unità d’Italia e piazza Duomo, ancora scintille tra Lega e Pdl

    0
    Bsnews whatsapp

    Continuano le scintille tra Lega e Pdl. In attesa che la partita della nuova giunta comunale (su cui Viviana Beccalossi ieri ha pronunciato l’ennesimo no alla Castelletti) e quella sul futuro di A2A entrino nella fase più calda, infatti, ad alimentare il dibattito sono due questioni più “spicciole”. E a evidenziarle è stato ieri il capogruppo Achille Farina, durante una conferenza stampa convocata dal Pdl per fare il punto della situazione politica. “Al 150esimo per l’unità d’Italia teniamo molto”, ha detto Farina, “e siamo convinti del fatto che, compatibilmente con un bilancio sofferto, si dovrà trovare una cifra da stanziare”. Parole che suonano come un messaggio diretto al Carroccio, come noto intenzionato a tagliare il più possibile su questo fronte. Ma a scaldare gli animi è anche la questione della pedonalizzazione di piazza Duomo su cui Farina – raffreddando la Lega – ha sottolineato che “agli abitanti del centro storico deve essere data la possibilità di trovare parcheggio altrove, perché pedonalizzare senza creare nuovi posti in struttura equivarrebbe a spopolare ulteriormente il centro”. Insomma: il braccio di ferro in Loggia continua.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. DOVE LI TROVIAMO I SOLDI PER PAGARE LA FESTA???? IO LI DAREI AI NOSTRI ANZIANI O ALLE GIOVANI COPPIE… COSA C\’è DA FESTEGGIARE???? UNA UNITA\’ CHE NON ESISTE O LA CRISI ECONOMICA??? SPIEGATEMI!!!!

    2. Sarebbe anche giusto, nell\’inetersse anche dei residenti togliere le macchiae da Piazza Duomo, non si era promesso che diventasse un garage….e comunque l\’alternativa ai residenti se ci si impegna un po\’ la si puo\’ trovare anche senza il parchggio sotto il castello…mi viene inmente il poco utilizzato fossa bagni…

    3. Ma quali scintille, insieme stiamo lavorando benissimo e i cittadini ci danno ragione.. Io credo che anche su piazza Duomo troveremo un compromesso che piaccia a tutti…

    4. …cosa c’è da festeggiare? Il punto che non può più passare sotto silenzio è questo: la Lega Nord è un partito anti-italiano. Un partito che ha nei suoi atti fondativi l’obbiettivo della secessione, della distruzione dello Stato italiano. Poichè la Costituzione, all’art. 5, proclama la Repubblica come una e indivisibile, un partito che pone nei suoi atti fondativi il proposito di dividerla compie un attentato alla Costituzione. In altre parole, progetta di sovvertire l’ordinamento costituzionale dello Stato, attività che, a mio parere, è ancora un reato. Farina ha più che ragione a voler celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Mi chiedo, però, cosa ci faccia il suo partito con gente che considera la Patria qualcosa da distruggere, e la pubblica amministrazione una diligenza da assaltare.

    RISPONDI