Boccata d’ossigeno per il Brescia. Con il Parma finisce 2 a 0. I VIDEO DEI GOL

0

Il Brescia torna alla vittoria dopo 35 giorni e 3 ko consecutivi. Tre punti d’oro per le Rondinelle che possono così rialzare la testa. La sfida salvezza contro il Parma ha premiato la formazione di Beretta con un rotondo 2 a 0 (gol di Bega e Diamanti), anche se si è trattato di una vittoria più sofferta di quel che dica il risultato. Nonostante abbiano giocato in superiorità numerica per quasi un’ora (espulso Paci per fallaccio su Eder lanciato a rete), le Rondinelle hanno infatti mostrato una manovra lenta e timorosa, come se i giocatori fossero bloccati dalla paura della vittoria (certo, l’esperienza di domenica scorsa a Firenze – da 0-2 a 3-2 – deve aver pesato non poco nella loro testa). Alla fine sono comunque arrivati i 3 punti, fondamentali per le speranze di salvezza del Brescia. Ora il Cesena è a un punto solo.

LA CRONACA

Parte meglio il Parma che nel primo quarto d’oro sembra più organizzato; poi le Rondinelle prendono in mano le redini del gioco. Al 17′ punizione di Diamanti che finisce sull’esterno della rete. Al 19′ Cavalcata di Kone’ sulla fascia destra, suggerimento centrale e velo di Caracciolo per Eder che da pochi passi non inquadra la porta. Al 21′ conclusione di Filippini, di poco a lato. Al 22′ si rivede il Parma: spunto di Candreva che serve Crespo in area, deviazione dell’argentino che non centra la porta. Al 28′ l’episodio chiave della partita, espulsione di Paci che stende Eder lanciato a rete con un fallaccio. Infortunato, il giocatore del Brescia viene sostituito da Lanzafame. La formazione di Beretta inizia un forcing con tiri da fuori e inserimenti. Al 49′, al termine del 4° minuto di recupero, il Gol del Brescia: sinistro dalla distanza di Bega che tocca il palo e finisce in rete.

Nel secondo tempo più Parma che Brescia sebbene gli emiliani non abbiano occasioni da rete. Gli ospiti hanno però tenuto in mano il gioco per gran parte del secondo tempo mentre le Rondinelle sono apparse più concentrati a difendere l’1 a 0 che non a cercare il gol che potesse chiudere la partita. Poche, come detto, le vere occasioni. Al 21′ un’incursione dalla sinistra di Candreva che mette in mezzo ma la difesa del Brescia allontana. Al 29′ contropiede del Brescia, Possanzini serve Diamanti in area ma la palla è troppo lunga. Al 43′ il raddoppio: Diamanti si accentra al limite dell’area e scarica un sinistro potente che non lascia scampo a Mirante. Fischio finale e seconda vittoria per la gestione Beretta.

I COMMENTI

Al termine del match Mario Beretta ha così commentato la vittoria della sua squadra: “La prestazione c’era stata anche domenica scorsa contro la Fiorentina ma non era venuto il risultato. Oggi siamo contenti perché abbiamo vinto e ci voleva. La squadra in settimana ha lavorato bene, con eccezionale impegno e oggi ha fatto vedere buone cose. Sono contento per i ragazzi, lo meritano e in altre occasioni, anche prima del mio arrivo, non erano stati fortunati. Adesso l’importante è tener presente bene l’esperienza del girone di andata. Oggi in alcuni momenti c’era la paura di non riuscire a raggiungere il risultato, ma è normale”.

 

TABELLINO

BRESCIA (4-1-4-1): Arcari; Berardi, Bega, Zoboli (27’s.t. Mareco), Martinez; Filippini, Cordova, Kone; Diamanti, Eder ( 29’s.t Lanzafame), Caracciolo ( 19’S.T. Possanzini). All Beretta

PARMA (4-3-3): Mirante; Zaccardo, Paci, Lucarelli, Gobbi, Candreva, Morrone, Valiani (33′ s.t. Angelo); Palladino (37′ s.t. Bojinov), Crespo (35′ p.t. Paletta), Giovinco. All. Marino

ARBITRO Bergonzi di Genova

RETI 49’p.t. Bega; 43’s.t. Diamanti

NOTE. Spettatori 5.000 circa. Espulsione al 29′ p.t. di Paci. Ammoniti: Candreva, Diamanti, Morrone, Giovinco, Bega, Lanzafame.

 

PAGELLE

ARCARI 6

BERARDI 6,5

BEGA 7

ZOBOLI 6,5

MARTINEZ 6

CORDOVA 6

DIAMANTI 6,5

KONE’ 6,5

FILIPPINI 6,5

EDER 6

CARACCIOLO 5,5

subentrati

LANZAFAME 5,5

POSSANZINI 6

MARECO s.v

 

I VIDEO DEI GOL:

GOL DI BEGA: http://www.youtube.com/watch?v=DEkYct6VORk

GOL DI DIAMANTI: http://www.youtube.com/watch?v=1JtrBBAF5fU 

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Beretta deve cercare di essere un bravo psicologo perché secondo me la squadra c’è ma nella loro testa subentra spesso la paura di vincere, come dimostra lo psicodramma di Firenze. Credo però che questa vittoria possa essere importante per dare fiducia all’ambiente. La prestazione non è stata esaltante, soprattutto nel secondo tempo con il Prama in 10, ma era fondamentale portare a casa i 3 punti! PS: però quakcche bresciano in più allo stadio potrebbe ancje venire…

LEAVE A REPLY