Alleanza per l’Italia, Braga commissariato subito dopo l’elezione (la divisione dell’atomo?)

    0

    “Il Direttivo Nazionale di Alleanza per l’Italia verificata la situazione di confusione nel partito bresciano che rischia di nuocere gravemente all’immagine di ApI delibera di nominare Commissario di Brescia Davide Comaglio, azzerando tutti i precedenti incarichi. Davide Comaglio avrà il compito di rappresentare in questa fase Alleanza per l’Italia nella provincia di Brescia e di proporre al Comitato Regionale e all’Ufficio Organizzativo Nazionale entro un mese il nuovo assetto organizzativo provinciale”.

    Con questa breve nota arrivata oggi i vertici del partito di Rutelli hanno deciso di destituire Mario Braga e tutti gli organismi rappresentativi bresciani, commissariando la federazione. Una situazione frutto delle pesanti liti interne al partito tra il fronte Braga e quello guidato dall’ex commissaria regionale Margherita Rebuffoni, contro cui si sono schierati sette membri su undici del nuovo direttivo.

    Insomma: a poche ore dall’elezione il partito è stato commissariato. E ora, invece di avere due fronti da compattare, il commissario rischia di trovarsi senza militanti. Oltre che con ben pochi voti alle urne. 

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Il mio commento precedente sul caso API parlava dell’atomo frantumato dagli eccessi personalistici di una signora captapultata sul bresciano da un Signorotto politico milanese.
      Che andasse a fiinre così era evidente visto che del gruppo iniziale molti se ne sono andati e i tre rimanenti sono no con Braga in sè ma per un a gestione democratica della sezione bresciana.
      vedo che la mia osservazione sull’atomo diviso è stata inserita nel titolo attuale. La redazione ha colto al volo il nocciolo della quuestione.

    LEAVE A REPLY