Auto investe diciottenne: gravi le sue condizioni

    0

    Un diciottenne sta lottando tra la vita e la morte all’ospedale Civile di Brescia. Ieri sera è rimasto vittima di un grave investimento avvenuto in via Tirandi, all’angolo con via Gabbiane.

    Una Bmw guidata da un 46enne italiano, residente nello stesso quartiere dove è avvenuto lo schianto, così come Davide P., il diciottenne investito, non è riuscita a frenare in tempo per evitare lo schianto, ha urtato la bicicletta ed ha sbalzato a terra il conducente, che ha sbattuto violentemente al suolo.

    Immediato il soccorso alla vittima, sia da parte dell’automobilista che da parte dei medici sanitari giunti rapidamente sul posto. Ancora da chiarire la corretta dinamica dei fatti. Per quella c’è tempo, ora si apettano solo buone notizie dall’ospedale.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Che cosa vuol dire che non è riuscito a fermare in tempo? In quanto spazio frena una BMW che va a 50 all’ ora? Veramente molto poco spazio. Capisco il dovere di cronaca che permette il diritto del dubbio fino al giudizio definitivo per cui occorrono testimoni e prove certe (che ovviamente non potranno esserci), ma questo è un ragazzo di 18 anni che per la superficialità altrui…..
      Comunque il problema è che ci sono delle vie ad elevato traffico in città con rettilinei lunghi dove andare a velocità elevate è un’ abitudine "normale" perchè non c’è alcun ostacolo: via Ugoni, via Bornata, Via Turati (soprattutto), Via Pusterla, Via Tirandi (appunto), Via stretta etc etc In queste vie non c’è mai un controllo della velocità (e nemmeno una rotonda per rallentare il traffico, che non vuole dire renderlo meno scorrevole). La colpa dei danni sempre più frequenti a utenti deboli è quindi anche di chi amministratore o funzionario non vuole vedere.

    LEAVE A REPLY