Smog, Rolfi annuncia: multe alle auto che inquinano

    0

    Il Comune di Brescia, già riunitosi al tavolo aria dello scorso giovedì per mettere in campo iniziative comuni per ridurre le emissioni nocive, ha pianificato una serie di interventi specifici per quanto riguarda le competenze in materia della Polizia Locale.

    Sebbene i controlli sulle auto inquinanti siano già in vigore, dal mese di febbraio l’attività sarà intensificata attraverso una pianificazione che vedrà l’attività di polizia stradale concentrarsi sulle verifiche di: possesso certificato attestante l’avvenuto controllo sulle emissioni dei gas (ex bollino blu); rispetto della Legge Regionale 24/2006 che prevede il blocco della circolazione dalle ore 7.30 alle 19.30 dal lunedì al venerdì, fino al 15 aprile ed esclusi i festivi, per i veicoli euro 0 benzina e per gli euro 1 e 2 diesel (salvo deroghe previste dalla normativa stessa); rispetto dell’avvenuta revisione periodica.

    I controlli stradali mirati saranno effettuati attraverso accertamenti svolti con l’opacimetro, strumento apposito in grado di rilevare con precisione il livello di inquinamento dei gas di scarico.

    Sull’argomento è intervenuto anche il Vicesindaco e Assessore alla Sicurezza di Brescia Fabio Rolfi: “Abbiamo deciso di potenziare i controlli attraverso anche servizi straordinari organizzati in modo specifico per verificare il rispetto della normativa vigente. Oltre ai servizi ordinari, vi saranno quindi posti di blocco appositamente organizzati lungo le vie di maggior transito. Il momento di criticità per quanto attiene la qualità’ dell’aria impone a tutti uno sforzo maggiore per far rispettare norme varate proprio per cercare di ridurre le emissioni dannose per l’ambiente.”

    Il Comando di via Donegani ha così pianificato serrati controlli per i mesi di febbraio e marzo al fine di dare un contributo importante al miglioramento della qualità dell’aria in città.

    FONTE: WWW.FABIOROLFI.NET

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. C’è soprattutto un modo: cambiare politica. La giunta Paroli sinora se n’è infischiata della tutela dell’aria e dell’ambiente. Indecente

    2. Perdonate: ma io le "norme varate" le rispetto già! Ho dovuto rottamare un’auto che quando ho acquistato era in regola e poi non lo è stata più; ho preso un’altra auto che annualmente sottopongo (peraltro pagandolo) al controllo previsto dalle leggi. Adesso mi fermano pure per strada, per verificare che cosa? Allora prescrivete che il test delle emissioni va fatto ogni tre mesi e finiamola con questi "numeri uno"…

    LEAVE A REPLY