Crisi e vincoli romani? Quest’anno costeranno alla Loggia 62 milioni di euro tra tagli e vendite

    0

    La crisi, i mancati trasferimenti e il patto di stabilità costeranno al Comune di Brescia ben 46 milioni di euro. A dirlo, in sostanza, è stato l’assessore Fausto Di Mezza che ha annunciato tagli sulla spesa corrente (tradotto: personale, servizi e via dicendo) per circa 16 milioni di euro a cui si aggiungerà la vendita di immobili per sei milioni e di titoli azionari per altri 40. L’ennesimo colpo al tesoretto comunale, dovuto essenzialmente a due ragioni: i vincoli finanziari imposti da Roma e i mancati dividendi di A2A. La previsione, infatti, è che quest’anno entreranno nelle casse del comune 20 milioni di euro in meno. E il bilancio della Loggia è sempre stato profondamente legato dai dividendi, che ne coprivano anche più di un terzo.

    Comments

    comments

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome