Bus, stangata per chi si sposta in città. Ma in provincia il biglietto rimane invariato

0

Il biglietto degli autobus cittadini è aumentato del 20 per cento. Mentre quello delle linee che percorrono la Provincia è rimasto invariato. Nonostante nelle altre realtà lombarde siano stati previsti rincari del 10 per cento per il 2012 accompagnati da pesanti tagli sul servizio. A sottolinearlo con orgoglio è l’assessore provinciale ai Trasporti Corrado Ghirardelli, di cui riportiamo la nota pubblicata sul sito www.corradoghirardelli.it

ECCO IL TESTO

E’ stato difficile, ma alla fine sono riuscito nell’intento di non applicare ne aumenti, ne tagli al trasporto pubblico bresciano. Le altre Province lombarde dovranno accettare tagli del 7%, recuperare un altro 3% dall’efficientamento del servizio e aumentare le tariffe del 10% quest’anno e un altro 10% nel 2012. A queste condizioni non volevo sottostare, poichè avrei dovuto far pesare questa spesa sulle tasche dei bresciani in particolare a studenti e lavoratori. In questi giorni ho fatto molti incontri sia al Pirellone (i tagli della finanziaria in Regione ammontano a 75 milioni di euro che sommati a quelli del trasporto su ferro diventano 52 milioni), che in Broletto e fortunatamente dopo aver parlato con le società di autotrasporto e con i colleghi in Giunta: siamo riusciti a non operare ne tagli, ne aumenti. Il prossimo traguardo sarà creare una Società Consortile Unica (a costo zero, poggiata sulle strutture assessoriali già collaudate)che dovrebbe portare ad un solo gestore per Brescia e provincia; permettendo di adoperare qualche taglio, ma sopratutto di ottimizzare il servizio grazie all’eliminazione di doppioni di corse di Sia – Saia e Brescia Trasporti.

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY