Primo incontro tra comitati e azienda. Presto barriere fonoassorbenti e carotaggi nel terreno

    0

    Bariere fonoassorbenti e carotaggi nel terreno per verificare che non sia inquinato. E’ questo il primo concreto risultato dell’incontro ufficiale tra i rappresentanti dei comitati dei cittadini di San Bartolomeo e i rappresentanti della Ori Martin che si è svolto oggi negli uffici dell’assessorato all’Ambiente del Comune di Brescia. Alla riunione hanno partecipato anche l’assessore Paola Vilardi, il presidente della commissione Ambiente ed ecologia, Pierraul Francesconi e il presidente della circoscrizione nord Marco Rossi. I comitati dei cittadini hanno inoltrato le proprie proposte, auspicando responsi concreti da parte dei dirigenti aziendali.

    L’assessore all’Ambiente ed ecologia del Comune di Brescia, Paola Vilardi, si è così espressa a margine dell’incontro: “È un momento molto importante e molto atteso. Si discute di questa vicenda da parecchi anni, ma per la prima volta si siedono attorno a un tavolo i rappresentanti di tutte le parti interessate. I residenti di San Bartolomeo sostengono di avere dei disagi e l’Amministrazione deve quindi attivarsi affinché si vada verso la soluzione, perché ribadiamo che non esistono cittadini di serie B. Dall’altra parte c’è una realtà industriale importante che rispetta tutti i parametri previsti dalla legge e dunque bisogna evitare allarmismi che sono soltanto portatori di disinformazione. Al termine di questo incontro si è giunti a soluzioni concrete e questo è già un risultato importante: innanzitutto si registra l’impegno dell’azienda a effettuare interventi sui lati est e nord per installare barriere fonoassorbenti; inoltre si è stabilito che verranno eseguiti carotaggi del terreno, per verificare che non ci siano pericoli per gli alimenti. Sono molto soddisfatta perché le parti non si sono arroccate dietro a barriere ideologiche e si è discusso in maniera costruttiva per fare un primo passo significativo. Ora restano da stabilire nel dettaglio le tempistiche. Il mio auspicio è che in futuro si possa arrivare a istituire a Brescia un osservatorio permanente della siderurgia, per garantire ai cittadini le migliori condizioni di lavoro e di salute, due tematiche imprescindibili per la vita delle persone”.

    Sul tema è intervenuto anche il presidente della commissione consiliare, Pierraul Francesconi: “La base di partenza è il rispetto della legge e su questo bisogna dire che la Ori Martin si configura all’interno di tutti i parametri prestabiliti dalle normative vigenti. I cittadini chiedono all’azienda una sensibilità ulteriore verso il loro disagio e mi fa piacere che questo incontro abbia portato a soluzioni concrete. Si è trattato di un momento di confronto durante il quale i rappresentanti dei comitati hanno portato delle proposte che l’azienda ha percepito prendendo degli impegni a cui crediamo farà fede, considerando che si è già mossa in passato per migliorare la situazione, fino ad arrivare nel 2010 a sistemare l’intero lato ovest. L’Amministrazione comunale ha il ruolo di farsi promotrice dell’intesa tra le parti perché ci deve essere una convivenza virtuosa che si può raggiungere solo attraverso il dialogo tra realtà produttiva e comunità. L’azienda consegnerà a breve una relazione tecnica ai comitati, dopodiché provvederemo a riunire nuovamente questo tavolo”.

     

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY