Vertice in Loggia, confermate fino a fine mese le targhe alterne

    0

    Le targhe alterne resteranno fino al 28 febbraio. Questa mattina, a palazzo Loggia, il sindaco di Brescia Adriano Paroli e i 21 primi cittadini dei comuni limitrofi alla città – quelli che la Regione ha inserito nella cosiddetta area critica – hanno confermato l’ordinanza del 9 febbraio scorso. Il maltempo dei giorni scorsi ha infatti ridotto drasticamente le polveri fini, ma il sole di oggi fa temere un immediato innalzamento dei valori. “Durante l’incontro si sono discussi i dati forniti dall’Arpa per queste prime giornate di targhe alterne” ha spiegato il sindaco Paroli. “La situazione grazie soprattutto alla pioggia è via via migliorata”. Mercoledì la centralina del Broletto ha registrato un valore di 6 mg/mc e quella del villaggio Sereno di 21; ieri 25 in Broletto e 32 al villaggio Sereno. “I provvedimenti” ha aggiunto Paroli “hanno contribuito a migliorare la qualità dell’aria. Ora bisogna mantenerli al fine di arginare le emissioni che potrebbero di nuovo impennarsi nel caso in cui il meteo segnasse bel tempo per più giorni”.

    L’ordinanza resterà dunque in vigore fino a fine mese; otre a Brescia targhe alterne anche nei comuni di Borgosatollo, Botticino,  Castenedolo, Cellatica, Collebeato, Rezzato, Roncadelle, S. Zeno, Gussago, Castelmella, Castegnato. “Alla riunione” ha concluso il sindaco “erano presenti anche i comuni della Val Trompia. Anche con loro proseguirà il lavoro per elaborare un protocollo d’intesa che possa portare a mettere in campo azioni preventive per il prossimo anno”.

    “Il tavolo” ha aggiunto l’assessore all’ambiente della Loggia Paola Vilardi “si è dato appuntamento per l’ultimo giorno di febbraio. Allora si valuterà complessivamente l’iniziativa e si getteranno le basi per il prossimo calendario di incontri. L’obiettivo infatti è quello di continuare il lavoro sin qui iniziato per promuovere interventi ed iniziative condivise e preventivamente organizzate. Progetti che verosimilmente vedremo in campo nelle prossime stagioni”.

    Restando le targhe alterne, si è invece deciso di non dar vita a nessuna domenica a piedi, ha spiegato il vicesindaco e neoassessore al Traffico Fabio Rolfi. “Visto il già positivo risultato ottenuto con il provvedimento delle targhe alterne” ha spiegato “si è ritenuto non necessario prevedere ulteriori interventi”.  

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. vedo che Sarezzo(che non partecipa alle targhe alterne)e Rezzato,violino(che partecipano ) hanno lo stesso PM 10….chi vuol intendere……

    LEAVE A REPLY