Contro le truffe agli anziani il Pd chiede il telesoccorso

    0

    Portare via soldi, o gioielli e ricordi, a un anziano truffandolo in casa propria, tradendo la sua fiducia verso la persona che ha davanti, spesso facendogli perdere per sempre la tranquillità. E’ un crimine bruttissimo, eppure in città e provincia succede quasi quotidianamente.

    Un po’ la situazione è migliorata, grazie anche alla massiccia campagna informativa messa in moto dalla Provincia e dal Comune di Brescia. Un po’ è migliorata ma non a sufficienza secondo il Pd cittadino, che con il consigliere Fabio Capara e il capogruppo in Loggia Emilio Del Bono ha presentato ieri un emendamento alla bozza di bilancio 2011 per collegare le abitazioni di 4.500 anziani over 75 alla centrale operativa dei Vigili Urbani. Una proposta per sopperire a quello che per il Pd è un vero e proprio flop, quello cioè del “Patto Brescia sicura”.

    Solo in città nel corso del 2010 si sono contate 75 truffe ai danni di anziani. Sono solo quelle denunciate. Un dato sconfortante se avvicinato agli investimenti per il Patto (nel 2008 le truffe furono 10 in meno). Per correre ai ripari e dare una mano concreta agli oltre 28mila over 75 (!) il Pd chiede che la Loggia installi nelle loro abitazioni un dispositivo che consenta di collegarsi velocemente con i vigili, premendo un solo tasto. Non nelle abitazioni di tutti, ma solo dei circa 5mila anziani fragili, quelli che vivono soli o lontani dai figli, o sono malati. Quanto costerebbe il telesoccorso alla Loggia? Circa 300mila euro.
    a.c.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY