Palazzo Loggia? Non è un posto sicuro per parlare perché ci sono troppi dipendenti di sinistra. Lo riferisce il Giorno

    0

    Palazzo Loggia? Non è un posto sicuro per parlare perché ci sono troppi dipendenti di sinistra. A riferirlo è il caposervizio del Il Giorno Luca Degl’Innocenti, con una nota polemica pubblicata sul giornale cita “pedissequamente quanto asserito dagli indagati davanti ai magistrati che hanno portato avanti l’inchiesta sull’utilizzo delle carte di credito comunali”.

    “Tra i più preoccupati da questo “spionaggio” ordito dalla sinistra” – riferisce Degl’Innocenti – “pare sia stato l’assessore al Bilancio Fausto Di Mezza che, dato il ruolo istituzionale in Giunta, si è presto fatto due calcoli e ai magistrati ha detto: «Lo staff dei vari assessorati nonché dello stesso sindaco è per la maggior parte costituito dalle stesse persone che formavano lo staff delle precedenti amministrazioni che sono state di centrosinistra… pertanto gli uffici comunali non forniscono grandi livelli di riservatezza»”.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Credo che Di Mezza abbia detto una sacrosanta verita’. Questi assessori lavorano tutto il giorno e di nascosto ci sono dei comunisti che come la tela di penelope disfano il lavoro fatto. Speriamo che anche in loggia cada il muro di berlino

    2. bhe… in effetti se hanno qualcosa da nascondere, meglio sarebbe che i dipendenti fossero tutti parenti, amici targati lega o pdl. viva l’omertà!!

    3. MESSAGGIO CANCELLATO DALLA REDAZIONE PERCHE’ CONTENEVA INSULTI O VOLGARITA’ O CONSIDERAZIONI VERSO TERZI PASSIBILI DI DENUNCIA: INVITIAMO L’INTERESSATO AD ATTENERSI ALLE REGOLE DEL BUON SENSO O SAREMO COSTRETTI, SU RICHIESTA, A SEGNALARE L’IDENTIFICATIVO DELLA SUA CONNESSIONE A CHI DI DOVERE.

    4. Finalmente abbiamo capito perchè la Giunta non ha combinato niente (NIENTE) fino ad adesso: perchè c’è un KGB che impedisce che tutte le mirabolanti iniziative di Rolfi & co. (sede comunale, cubo bianco, sicurezza, stadio, palazzetto, parco dello sport, chiusura campi, bonus bebè, posteggio sotto il castello) potessero prendere il volo. Ma daaaaiiiiiii, cadiamo veramente oltre il ridicolo, nella farsa.

    5. Ma tutti i comunisti che assediano tutte le amministrazioni d’Italia, tutti quelli evocati da Berlusconi e dai suoi epigoni, dove sono quando si va a votare? Magari ce ne fossero ancora tanti in giro per l’Italia, purtroppo sono spariti quasi tutti!

    6. di mezza ha pienamente ragione il oggia non c’e’ sicurezza informatica, gli ultimi assunti hanno finalmmente esurito i concorsi fatti ancora dalla giunta corsini.
      forse adesso no accederanno agli uffici solo collaboratori che tti fanno la bella faccia e dopo poco informano chi sappiamo.
      che pena.

    7. Non sfiora nessuno il sospetto che forse esistono fra i dipendenti del Comune di Brescia anche persone normali, di destra, sinistra, centro e vattelapesca, che lavorano e pensano solo a lavorare, ed a cui non interessa sapere cosa Di Mezza e suoi amici si dicono? Vi stupirà, o voi invasati, ma queste persone esistono davvero, grazie al Cielo!

    8. Che manchi riservatezza negli uffici comunali è stato "asserito dagli indagati davanti ai magistrati che hanno portato avanti l’inchiesta sull’utilizzo delle carte di credito comunali". Vuol dire che se non c’erano gli "spioni comunisti" l’avrebbero fatta franca?

    9. Sono talmente comunisti di sinistra e comunisti che non hanno neanche controllato le spese delle carte di credito! Ma dai Di Mezza va a laurà!

    10. I giudici sono comunisti.
      Gli insegnanti sono comunisti.
      I dipendenti pubblici sono comunisti.
      I gay, per definizione, sono comunisti.
      Gli studenti sono forgiati dai comunisti, quindi sono comunisti pure loro.
      Gli arbitri sono romanocentrici e comunisti.
      Il PDL è ha vinto le elezioni.
      C’è qualcosa che non torna, o forse il centrodx italiano e bresciano dovrebbe trovare argomenti nuovi – o scuse più credibili – per dimostrare la sua incapacità?

    LEAVE A REPLY