Caccia, è guerra aperta tra doppiette bresciane e mantovane

    0
    Bsnews whatsapp

    E’ guerra aperta tra cacciatori bresciani e mantovani. A far discutere è il divieto invocato dalla Provincia vicina affiché le doppiette della Leonessa non accedano ai propri ambiti territoriali di caccia. Una questione che, secondo la legge, deve essere regolata da accordi bilaterali tra le province e che, in assenza di patti tra Brescia e Mantova, verrà portata ora di fronte al Tar. I bresciani, infatti, lamentano la violazione di un loro “diritto” perché “Mantova non ha rispettato la legge regionale e chi ha pagato per poter cacciare deve essere messo nelle condizioni di esercitare la sua passione”.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. Caccia chiusa subito. Una persona che si diverte ad ammazzare animali indifesi è veramente vergognoso. Avete un livello culturale neanderthaliano. Andate al poligono, che quello si è divertente.
      ex-cacciatore pentito

    RISPONDI