Parcheggio in galleria? Il Pd attacca: costoso, e inutile

    0

    Un disperato tentatito di realizzare qualcosa che si possa vedere prima della fine del mandato elettorale. Parola di esponenti del Partito Democratico cittadino che bollano così il mega-progetto per la costruzione di un parcheggio da 600 posti auto sotto il castello (leggi la notizia: clicca su questo link).

    A distanza di 4 giorni dalla presentazione del progetto di massima relativo al parcheggio Tito Speri i vertici del Pd intervengono nel merito della questione. Tre le parole forti utilizzate per descrivere l’opera.
    INUTILE, perché a poca distanza c’è già il parcheggio di Fossa Bagni, poco utilizzato (per utilizzare un eufemismo).
    FUORI TEMPO, perché secondo il Pd è poco logico costruire un parcheggio nel cuore della città a pochi mesi (relativamente parlando) dalla fine dei lavori per la metropolitana, che vuole togliere i veicoli dal centro della città, senza considerare che mancano le risorse per finire anche i parcheggi scambiatori ai capolinea della metro, e forse era meglio destinare le risorse in quella direzione.
    COSTOSISSIMO, infine, se è vero (ed è vero) che ogni posto auto verrà pagato dalla Loggia circa 33mila euro; inoltre ancora non si sa se i ricavi della struttura consentiranno di rientrare dell’investimento, e in quanti anni (ancora non sono noti i costi per l’utilizzatore finale).

    Insomma, il Pd vorrebbe che il sindaco ci ripensasse, e dichiara che anche tre esponenti della maggioranza sono apertamente contrari al progetto. Passi indietro del sindaco? Improbabili.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. sono 600 posti, quindi 600 automobili che devono entrare, e devono uscire, dal parcheggio sotterraneo attraverso la galleria. Avete provato a contare quanto tempo ci vuole a entrare e uscire da un parcheggio, sia automatico che tradizionale? Se fosse un minuto a macchina, sarebbero 600 minuti, che sono 10 ore. Se fosse la metà, sarebbero sempre 5 ore.
      Quindi, o resta vuoto, e quindi inutile, e quindi sono soldi buttati, o paralizza il traffico della città. Pensate alla mattina dalle 8,00 alle 9,00…

    2. è meglio non addentrarsi in motivazioni risibili. Il posteggio dell’Ospedale ospita oltre 1200 auto, con una sola uscita, e i tempi apocalittici di uscita non ci sono. Il problema non è certo questo, facilmente confutabile. I problemi sono ben altri, come la priorità dei posteggi di scambio della metro, come i costi, come le difficiltà tecniche di uno scavo di una enorme caverna ecc… Ho la sensazione che Labolani e Paroli non vedano l’ora di farsi fotografare col caschetto giallo dentro un eccitante cantiere dove moderne macchine perforatrici bucano la roccia. Come i bambini, e come i bambini non cresciuti. Mandiamoli al mare a giocare con la sabbia!

    3. Sono d’accordo: la teoria di Cinquepalmi non ha fondamento. Ma chi propone il parcheggio, ha fatto degli studi nel merito? C’è un piano organico della mobilità e della sosta, basato su dati certi o si va avanti a "spot" con la prima che viene in mente? Si dice che non si prenderanno i finanziamenti per il nuovo carcere perchè non è previsto nel PRG. Questo parcheggio è previsto nel PRG?

    4. La teoria non è mia, ma a me è sembrata del tutto sensata. Non credo che la concentrazione di afflusso dell’utenza nel parcheggio dell’ospedale e la sua viabilità di accesso siano paragonabili all’accesso dalla galleria e all’utilizzo concentrato a ridosso degli orari di lavoro che avrebbe il parcheggio della galleria, se venisse utilizzato (e non lo sarà, come non è utilizzato Fossa Bagni che si trova a 100 metri). Il problema non mi pare tanto che si entri o si esca più o meno in fretta dal parcheggio, ma che entrando e uscendo dentro la galleria (a differenza del parcheggio dell’ospedale, in cui l’ingresso è parecchio lontano dal flusso del traffico), si paralizzi, come ho scritto, il traffico; se lo si usa per quel che costa, naturalmente; se resta vuoto non succede niente, a parte buttare via una barca di soldi.

    LEAVE A REPLY