Vivisezione, arriva il no del Pirellone. Per il caso Green Hill decisivo l’intervento di Ferrari (Pd)

    0
    Bsnews whatsapp

    E’ stata approvata ieri dal Consiglio Regionale la mozione contro la vivisezione presentata dai consiglieri della Lega e in particolare da Renzo Bossi, che nell’occasione aveva criticato fermamente l’esperienza del canile di Green Hill, a Montichiari. Ma decisivo, sulla questione Green Hill, è stato l’intervento del consigliere regionale Gianbattista Ferrari (Pd), che ha chiesto e ottenuto di integrare il testo con l’impegno ad applicare – nelle more di una rapida attuazione della Direttiva 2010/63 Ce in una forma che restringa al massimo la possibilità di utilizzare animali per la vivisezione – una moratoria non solo alle nuove richieste di autorizzazione, come previsto dalla mozione depositata, ma anche alle autorizzazioni già in essere, come nel caso della struttura Green Hill di Montichiari che dovrà essere trattato con la massima urgenza. “Il testo presentato era troppo vago e generico e ancora una volta non affrontava nel concreto il problema già evidenziato con una interrogazione sottoscritta da tutti i consiglieri Pd”, ha commentato Ferrari, “ora finalmente, con l’accoglimento in aula del nostro emendamento, l’assessore Bresciani non potrà più sottrarsi all’impegno di affrontare il problema della struttura di Montichiari”.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. Complimenti alla Lega e complimenti a Ferrari !
      Un solo rammarico, peccato che anche in questa occasione qualcuno ( PD ) non perda l’occasione per "puntualizzare" !
      Una caduta di stile.

    RISPONDI