In Vanvitelliano parole shock di Gallizioli: “Al Nord è più sentita la padania”

0
Bsnews whatsapp

Celebrazione ufficiale per la ricorrenza del 150° ieri pomeriggio in Salone Vanvitelliano, in una seduta straordinaria del Consiglio. Bene l’esecuzione dell’Inno d’Italia, tutti presenti, nessuna fuga-caffé per i leghisti. Poi parlano il sindaco, la presidente del Consiglio Bordonali e i capigruppo, tra cui il leghista Nicola Gallizioli che senza farsi riguardo alcuno nel giorno della festa dell’Italia critica apertamente l’idea stessa di unità, dichiarando prima «Non ci saranno altri festeggiamenti se non ci sarà il federalismo», e poi «l’Unità è a rischio, […] le genti del Nord si stanno identificando nella nazione padana, che è più sentita». Parole indubbiamente molto forti, tant’è che l’opposizione di Partito Democratico e Italia dei Valori ha abbandonato l’aula in segno di protesta. Italia unita, consiglio diviso.

Avreste voluto essere presenti ma non c’eravate? Nessun problema: ecco per voi il video con l’intervento di Gallizioli, ripreso e puntualmente pubblicato dai soliti provocatori di Muro di Cani: clicca su questo link per aprire il video. Buona visione!

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. E Teletutto non ha dato stamattina nei servizi la notizia… ha parlato di un consiglio comunale bellissimo uniti ed inquadrati solo il sindaco e assessori… Minzolini in confronto, un dilettante …

  2. Il punto è che se non la sparano grossa non hanno senso di esistere. Sono così uguali, nell’occupazione del potere e degli affari, a quelli della prima repubblica che se non si inventano, di volta in volta, un nemico che ci starebbero lì a fare. Continuino ad intortare gli utili beoti che intanto "l’analfabetismo" è in calo.

  3. certo forse Lombroso (applausi cerca su google o wikipedia chi era e cosa faceva) non aveva completamente ragione ma guardate la faccia in foto del gallizioli …

  4. se fate riferimento a tt o gdb per sapere come vanno le cose siete messi male. lì oramai si fa propaganda non informazione! oramai i giornali sembrano fotocopiati, ci sono sempre le stesse identiche notizie fanno da megafono senza alcuno spirito critico. la vera informazione si è spostata sulla rete, anche attraverso i video e i blog dei semplici cittadini. quanto a gallizioli, mi piacerebbe sapere se alla fine del suo intervento paroli (che indossava la fascia trocolore) e il prefetto (hce rappresenta lo stato "centralismo") hanno applaudito o se in un sussulto di dignità hanno scosso la testa…purtroppo credo di sapere già la risposta

  5. La Lega spezza l’unità d’Italia perchè è un partito che non avendo radici e tradizioni è costretta ad inventarsene con riti pagani alle sorgenti del Po, con fantomatiche nozze celtiche o tifando per la ridicola nazionale di calcio padana. Per quanto mi riguarda sono orgogliosi di essere italiano e non dimentico di le nostre radici che si ritrovano nelle pagine più gloriose della nostra storia: il Risorgimento e la Resistenza. Ricordo con ammirazione e rispetto gli italiani che hanno dato la loro vita per costruire un’Italia unita e libera. Esaltarne oggi quei valori è ancora più importante che in passato perchè vi sono in campo forze che mirano a frantumare il nostro Paese parlando il linguaggio della divisione e dell’odio.
    VIVA L’ITALIA!!!

  6. Le affermazione fatte rappresentano un fatto gravissimo, ma è molto più grave l’indifferenza del Sindaco e di tutto il PDL a cui evidentemente sta a cuore esclusivamente la "poltrona".
    Dove sono andati a finire Arcai e Labolani; gli consiglio di prendere insegnamenti dai consiglieri Recupero, Agnellini e Piovanelli altrimenti e più coerente che passino nella lega.

  7. Leghisti furbacchioni…a Roma il lauto stipendio italiano ve lo prendete, le tasse le aumentate, Berlusconi lo salvate, a Brescia le carte di credito Rolfi le ha usate, in Provincia con carrocciopoli molti amici e parenti dei leghisti hanno vinto i concorsi…come diceva Totò "e io paaago"…o come diceva una volta la lega "lumbard paga e tass"…

  8. MESSAGGIO CANCELLATO DALLA REDAZIONE PERCHE’ CONTENEVA UNA DELLE SEGUENTI VIOLAZIONI ALLA POLITICA DEL SITO: – INSULTI O VOLGARITA’ – SPAM – VIOLAZIONE DEL COPYRIGHT – CONSIDERAZIONI CHE NECESSITANO DI UN APPROFONDIMENTO ANCHE LEGALE – CONSIDERAZIONI VERSO TERZI PASSIBILI DI DENUNCIA. INVITIAMO L’INTERESSATO AD ATTENERSI ALLE REGOLE DEL BUON SENSO O SAREMO COSTRETTI, SU RICHIESTA, A SEGNALARE L’IDENTIFICATIVO DELLA SUA CONNESSIONE A CHI DI DOVERE.

RISPONDI