Per celebrare il 150esimo arriva anche il “Labo-diario”

    0

    Arriverà entro fine mese il “Labo-Diario”. E promette già di diventare un piccolo must per i sostenitori dell’assessore e per i cultori del genere. Il titolare dei Lavori pubblici Mario Labolani, infatti, ha deciso di celebrare la ricorrenza del 150esimo con un’idea originale, dando alle stampe – “in qualche migliaio di copie” – un’agenda celebrativa dell’unità d’Italia. Che coprirà non l’anno solare, ma quello “nazionale”. Il calendario andrà infatti dal 17 marzo 2011 al 17 marzo 2012 e in ogni data verranno riportate le ricorrenze e gli accadimenti storici che hanno portato alla nascita dello Stato. Con tanto di schede di approfondimento sulla bandiera, l’inno e i canti risorgimentali. Un’iniziativa “privata” e completamente autofinanziata, come suggerisce anche il nome (Labo-Diario appunto), che richiama altre originali e curiose idee dell’assessore (i Labo Party in discoteca, il vecchio sito Labo-la-notizia e via dicendo).

     

    “Tengo molto a questa ricorrenza”, sottolinea Labolani, “per questo ho deciso di far stampare un’agenda da regalare agli amici per evidenziarne il valore. Qualche anno fa”, aggiunge l’ex segretario di An, “il mio partito fece una campagna di affissioni che diceva: ‘Eravamo in pochi a chiamarla Patria, adesso siamo la maggioranza? Ebbene”, conclude, “credo che quell’affermazione sia diventata oggi sempre più vera: dopo i tragici fatti di Nassirya molti italiani hanno preso coscienza del fatto che non esiste soltanto la nazionale di calcio, ma anche un popolo e una patria”.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Labolani si pavoneggia sempre con queste "carnevalate" (vediamo se il trermine passa la censura…) ma poi nel dibattito politico vero abbassa la cresta e se ne sta buono buono per non disturbare rolfi e compagni. è inutile andare in giro a parlare di patria, sventolare coccarde e bandierine quando poi quelli che ti siedono accanto in giunta sparano a raffica sulla PATRIA, parlano di secessione, unità a rischio, padania… caro labolani, un po’ di coerenza e di schiena dritta: invece di prendersela con i cittadini che si lamentano per il parco delle cave o per i giardini di via odorici, dica qualcosa ai SUOI amici PADANI che sbeffeggiano la sua cara PATRIA!!!

    2. Mi sembra un’iniziativa simpatica. Riguardo ai leghisti, sono liberi di pensarla come vogliono e di lanciare i messaggi che desiderano. In fin dei conti hanno abbandonato da anni la fantasiosa idea della secessione per dedicarsi a progetti più’ realizzabili; la retorica che vorrebbe dividere il centro-destra facendo perno su queste argomentazioni non funziona. Infatti abbiamo si’ in animo l’amor di patria ma anche la piena consapevolezza che e’ il Nord a reggere questo paese, nel bene e nel male.

    3. un altra c…a ci vogliono anni per costruire una grande giunta di centrodestra e poi si rovina tutto con qst cose… lavoriamo invece di farci pubblicità..

    4. Caro assessore, vedo che lei risponde alle provocazioni più subdole, ma nel merito? Le va bene che Rolfi, Gallizioli, Bianchini sbeffeggino la SUA amata PATRIA??? Perché non replica con lo stesso vigore anche a loro e non solo ai cittadini che si lamentano per qualche albero in più o in meno??? Credo che la posta in paglia sia di ben altro tenore…forse una parola chiara la dovrebbe dire!!!

    5. I comportamenti valgono molto più delle parole;
      il suo comportamento distaccato, indifferente alle affermazioni offensive dei rappresentanti della lega, nei confronti dell’unità Italiana, dimostra un suo mediocre spessore politico e scarsa coerenza rispetto a quanto da lei sostenuto sino a qualche tempo fa.

    6. Non capisco cosa si chieda a Paroli, Labolani o Farina. A Brescia si è celebrato il 150° dell?unità? Sì. L’amministrazione ha organizzato iniziative, eventi, manifestazioni? Sì. Il sindaco, assessori ed esponenti del Pdl erano presenti? Sì. Molti (soprattutto gli ex an) hanno sottolineato con parole e opere l’importanza della ricorrenza. C’è il caso Lega che – guarda un po’ – non è proprio tifosa dell’unità d’Italia. Ma è una scoperta d’oggi? Direi di no. Mi sembra che Paroli e Labolani abbiano detto quello che potevano dire, ovvero che nella maggioranza ci sono sensibilità diverse. Non per questo hanno sminuiti il valore della ricorrenza. Anzi. Cosa dovrebbero fare? Cacciare Gallizioli dal consiglio comunale? Gallizioli lo hanno messo lì i cittadini, non la giunta! A me sembra l’ennesima polemica creata ad arte dall’opposizione per ceracre di dividre una maggioranza unita che sta lavorando bene. Rassegnatevi cari sinistroidi, resterete all’opposizione ancora un bel po’!!!

    7. Come ti sei sentito dopo il discorso di Gallizioli?
      cito" La destra o è coraggio o non è, è libertà o non è, è nazione o non è"
      Ciao MARIO

    8. Continuate a parlare al vuoto dimostra la vostra intelligenza voglio ricordare che io festeggio e ricordo anche il 10 febbraio giorno delle foibe dei massacri comunisti e il 4 novembre giornata delle forze armate . In queste giornate dove sono i tanti democratici che oggi blaterano a vuoto. Io Amo la mia PATRIA!!!

    9. Anche io amo la mia patria, e quindi considero avversari, se non nemici, quelli che vogliono disfarla… c’è invece chi li chiama "gli amici della Lega". Bisogna capirsi. E farsi capire.

    10. Caro avvocato al mio occhiello sul mio cuore c’è e ci sarà sempre il tricolore che molti voi avete scoperto solo ultimamente per convenienza visto che nei vostri armadi ci sono tante bandiere rosse con garofani e falce e martello e magari qualche bandiera tricolore bruciacchiata

    11. Secondo me Labolani passa le giornate a litigare al bar sulle partite di calcio, se è meglio far giocare Hatemaj o Bega, poi ogni tanto, fa politica e smette di fare la persona seria del bar

    12. Non voglio fare polemiche con l’assessore ma, non avendo io la bandiera rossa nell’armadio e nemmeno il tricolore bruciacchiato, gli chiedo che cosa lui pensa in merito alle dichiarazioni secessioniste dei suoi alleati della lega. Va bene così o è forse il caso di fare una dichiarazione precisa nel merito? Lo ripeto da persona seria, in tranquillità e senza ricerca di battibecco.

    13. Ma assessore, nessuno mette in dubbio il suo amore per la patria. Anzi. E sarà di certo un amore più antico, profondo e sincero del mio. Ma proprio per questo non prova almeno un po’ di imbarazzo a sedere accanto agli "amici della lega" che umiliano e offendono la sua cara PATRIA??? Possibile che non abbia niente da dire dopo le parole di Gallizioli e Bianchini??? Proprio lei che è sempre pronto a reagire al più piccolo attacco polemico per cose di minor importanza???

    14. Anche io, Assessore, non ho scheletri. Sono sempre stato un elettore di centro destra e un grande amante della Patri. Trovo, pertanto, profondamente errato l’atteggiamento politico della Lega e sempre di puù mi convinco che non sia possibile stare nel medesimo governo della città. Con umiltà, mi spieghi nel merito quella che a sembra una Sua grande contraddizione e che trova una facile spiegazione (spero da Lei smentita) solo nella volontà di anteporre il desiderio di potere politico alla lotta per i propri ideali.
      Grazie!

    LEAVE A REPLY