Gli ex Ds si organizzano per contare di più nel Pd. Giovedì il battesimo ufficiale della nuova area con Corsini

    39

    (a.t.) Gli ex diessini si stanno organizzando per contare di più all’interno del Pd. A dirlo non sono soltanto le indiscrezioni, sempre più frequenti, che parlano di un fronte riformista – chiaramente schierato con Bersani – pronto a far sentire il proprio peso nelle dinamiche interne del partito. A parlare, stavolta, è soprattutto l’invito spedito nelle scorse ore a diversi militanti del Partito.

    Un documento in cui si esplicita la “necessità di contribuire ad animare costruttivamente il dibattito politico e culturale sulla vicenda politica nazionale, nonché sulla società e le istituzioni locali”. E si invitano gli iscritti a partecipare all’incontro pubblico già fissato per giovedì – alle 20.30, nella sede di via Risorgimento – in cui Carlo Panzera (ex presidente Acb) e Paolo Corsini (deputato ed ex sindaco della città) discuteranno sul tema: “Le culture politiche del PD alla prova del futuro, Idee e proposte per la costituzione d’un Centro di iniziative politiche e culturali”. 

    Ma l’appuntamento sarà soltanto il primo di una lunga serie (la seconda iniziativa vedrà la partecipazione dell’eurodeputato Antonio Panzeri). Perché il vero obiettivo dei promotori dell’iniziativa è quello di “raccogliere le adesioni per il Centro”. Un contenitore di iniziative politiche e culturali, come si legge nel documento. O meglio, sostengono i ben informati, una vera e propria area politica – affiancandosi a quella lettiana e alla veltroniana – possa far sentire il proprio peso nelle decisioni interne, dando una casa a tutti gli ex diessini che sostengono il segretario Bersani.

    E i nomi in calce all’iniziativa sono già significativi. Tra i 40 firmatari, infatti, compaiono diversi sindaci (Padenghe, Bovezzo, Moniga, Vestone e Botticino), ma anche alcuni tra i personaggi più autorevoli della storia diessina, come Paolo Corsini, Carlo Panzera, Claudio Bragaglio e Carlo Fogliata.

     

    ECCO L’ELENCO COMPLETO:

     

    Francesco Anselmi, Ida Arici (segreteria Cgil), Patrizia Avanzini (sindaco Padenghe), Natale Azzini (ex sindaco Fiesse), Mauro Baioni, Serafina Bandera (ex sindaco Montirone), Lorena Barbieri, Antonio Bazzani (sindaco di Bovezzo), Mario Benetti (sindaco di Botticino), Angelo Bergomi (vicesindaco Rovato), Luciano Bono (storico militante socialista), Stefano Bordiga, Bruno Bossini, Claudio Bragaglio (consigliere comunale Pd), Giuseppe Castrezzati, Silvia Colasanti (ex consigliere provinciale Pd), Miriam Cominelli, Rosangela Comini (ex assessore in Loggia ed ex presidente Fondazione Asm), Paolo Corsini (deputato ed ex sindaco di Brescia), Alice Filippini, Giovanni Finassi, Carlo Fogliata (ex capogruppo Ds in Broletto), Chiara Gadaldi, Daniela Galli (direzione nazionale Pd), Lorella Lavo (sindaco Moniga), Caterina Lombardi, Piernando Marazzi, Sergio Mariella, Roberto Messedaglia, Massimo Olivari, Leone Orizio, Paolo Pagani (segreteria provinciale Pd), Carlo Panzera (sindaco di Vestone, ex presidente Acb), Laura Parenza (consigliere provinciale Pd), Paolo Poiatti, Cristina Ramponi, Massimo Reboldi, Massimo Rocca (già sindaco di Desenzano, ex Repubblicano), Alberto Semeraro (segretario categoria Cgil).

    Comments

    comments

    39 COMMENTS

    1. IL TEMA: “Le culture politiche del PD alla prova del FUTURO" IL FUTURO CON …… CORSINI? …… A me sembra di più "RITORNO AL PASSATO IV".

    2. gente che corre ai ripari solo perchè non possono mantenere il controllo totale del partito ad ogni livello… tipico e me ne dispiace…

    3. E’ proprio il PD che mi piace … a CORRENTE ALTERNATA … Un PO’ A ROMA E UN PO’ A BRESCIA … dipende da quando finisce la legislatura e se si prevede di non essere ricandidati.

    4. avevano già la corrente anche tutti loro!! chiediamo a bragaglio pagani e c??? e avevano già anche una associazione….sono alle strette e non gli va giù!!!!

    5. l’uomo di Similaun è troppo BELLA :-))) ma temo che ne reclamino l’esclusiva i leghisti con le loro radici …
      Ma se sentono bisogno di "nuove correnti" …. APRANO LA FINESTRA.
      Il PD ha bisogno di unità, slanci, idee, entusiasmo e sostegno.
      NON CERTO di lotte intestine.

    6. Io da ex Diessino vorrei un Pd più chiaro e poi non è possibile che in consiglio comunale siano rappresentati solo quelli della Margherita.. Quindi benvengano inizaitive come queste.

    7. Se non erro c’è un’assemblea programmatica da preparare per dettare la linea del PD bresciano ed in seguito i "Cantieri aperti" per parlare con la società bresciana, per costruire assieme un futuro diverso per Brescia.
      Amaramente invece si vede solo la solita vecchia modalità, la solita vecchia ex appartenenza, peccato!
      Quanto mai tempestivo il primo evento…bah…

    8. finalmente! In città i diessini si sono VENDUTI a Emilio Del Bono (De Martin e tutti i suoi amichetti a cui fa il lavaggio del cervello)! era ora che il pd ritorni un partito di centro-SINISTRA!

    9. 10 dichiarati EX di qualcosa + 2 EX non dichiarati, l’EX segretario del Pci e l’ex segretario organizzativo: IL NUOVO CHE AVANZA!!!

    10. Le preferenze sì, ma i voti per vincere non sanno prenderli. La margherita prendeva più preferenze che voi. Noi Ds più voti che preferenze. Parlano i dati.

    11. dimenticavo: mancano le firme di jack lo squartatore e dello smemorato di Collegno. A Lettore di sinistra: mi chiamo Anna Arianuova

    12. Che colpa hanno gli ex Margherita ad essere maggioranza nel Gruppo in Loggia se vengono votati mentre gli ex DS no?!?! Candidino ancora Bragaglio & C. e vedrete che fine fanno del tutto gli ex DS!!!

    13. Il cronista ha scordato di aggiungere all’on. Corsini: "ex iscritto in via dei Giubbonari". Si sarà dimenticato o avrà poca memoria? Lo ignoro.

    14. Vado a random. Certe iniziative fanno sbadigliare solo leggendo il titolo. Certi titoli fanno perdere voti. Come argutamente diceva qualcuno, caro Francesco, non è colpa dei consiglieri eletti (BASTA PARLARE DI EX DS O DL, PER FAVORE!!) se si sono guadagnati le preferenze.
      Giorgio de Martin fa il lavaggio del cervello? Hahahaah buona questa. Non vi va giù che abbia la maggioranza in città eh?

    15. Note all’articolo:

      1)E’assai interessante che la sinistra lavori per la "costituzione d’un Centro…." E’ come se la destra lavorasse per l’istituzione d’una sinistra e il centro per la rivoluzione proletaria.

      2)Il titolo dell’articolo recita "Gli ex Ds si organizzano"; comprendendo le esigenze giornalistiche e rispettando il simpatico autore propongo, pur non essendo del mestiere e mantenendo inalterato il senso, il più pregnante: " Gli ex Ds, ex PDS, ex PCI, con qualche frangia republicanlaicosociasindacalriformista di sinistra (ma non troppo) si organizzano per contare".
      Pace e Bene!

    16. ancora a parlare di ex, mi viene la nausea!
      c’è tanto lavoro da fare nel pd, non possiamo limitarci a lavorare insieme, invece che in compartimenti stagni?

    17. Alla faccia dell’unità…prima fanno un partito unico e poi si dividono in correnti sulla base dei precedenti partiti esistenti…

    18. Il Partito Democratico ha organismi eletti democraticamente. Se tutti lavorassero all’interno del Pd senza inventarsi "aree" che in realtà sono solo correnti e se vi lavorassero con l’intento di promuovere le buone proposte che il Pd ha in campo, le possibilità di vedere il centro sinistra tornare a governare sia a Brescia che in Italia sarebbero molte di più.

    19. MESSAGGIO CANCELLATO DALLA REDAZIONE PERCHE’ CONTENEVA UNA DELLE SEGUENTI VIOLAZIONI ALLA POLITICA DEL SITO: – INSULTI O VOLGARITA’ – SPAM – VIOLAZIONE DEL COPYRIGHT – CONSIDERAZIONI CHE NECESSITANO DI UN APPROFONDIMENTO ANCHE LEGALE – CONSIDERAZIONI VERSO TERZI PASSIBILI DI DENUNCIA. INVITIAMO L’INTERESSATO AD ATTENERSI ALLE REGOLE DEL BUON SENSO O SAREMO COSTRETTI, SU RICHIESTA, A SEGNALARE L’IDENTIFICATIVO DELLA SUA CONNESSIONE A CHI DI DOVERE.

    20. personalmente non ne sentivo la mancanza; o è infelice la presentazione giornalistica, o è infelice l’intenzione (propendo per la seconda). Sono amico e sono stato compagno di tanti fra gli aderenti ma davvero non sento il bisogno di un’altra iniziativa che guarda all’interno del Pd e non fuori.

    21. Non c’è nulla da fare, è nel dna di Corsini sentirsi "il migliore" e lui si comporta di conseguenza rimanendo stupito quando si accorge che non a tutti appare tale.
      Qualcuno mi sa dire se il prof. Corsini è professore ordinario di storia a Parma? o è solo incaricato?

    22. ex sindaci, ex assessori, ex presidenti, ex consiglieri…
      più che ex ds mi sembrano solo ex!!!
      Della serie, il nuovo che avanza (nel senso che è di troppo..)

    23. EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX EX

    24. finalmente, si sentiva la necessità di rafforzare chi si riconosce ancora in una sinistra democratica e non rinnega il passato, anzi lo utilizza per andare avanti.
      aderisco alla iniziativa.

    LEAVE A REPLY