Per il Monti pareggio a reti inviolate con la Sambonifacese

    0

    Il Montichiari conquista sul terreno fino a questo momento davvero avaro della Sambonifacese un pareggio di indubbio significato. In effetti lo 0-0 colto in terra veronese consente alla squadra allenata da Claudio Ottoni, atteso ex di turno insieme a Dimas, di compiere un altro passo in avanti verso la desiderata salvezza. Un altro passo in avanti, che porta così a sette i punti raccolti dai rossoblu nelle ultime tre giornate, giunto al termine di un incontro durante il quale la compagine monteclarense non ha corso nessun pericolo. Al contrario, nonostante il fattore campo, sono stati proprio gli scaligeri a puntare maggiormente i loro sforzi sulla divisione della posta in palio, mentre gli ospiti, soprattutto nella prima ora di gioco, hanno cercato di costruire azioni da rete, tentando di concretizzare la terza vittoria consecutiva. In effetti, dopo un avvio molto attento su entrambi i fronti, sono i giocatori monteclarensi a spingersi in avanti con maggiore decisione e dopo i tentativi dalla distanza di Dimas e Florian, al 22′ l’occasione più nitida della prima parte del match è proprio di marca ospite. Florian svetta di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo e supera tutti, ma sulla linea di porta è ben appostato Sarzi che respinge in calcio d’angolo, salvando così Milan, ormai trafitto dalla conclusione dell’attaccante ospite. Il finale del primo tempo parla ancora bresciano, con Florian, Selvatico e Dimas (che cerca in tutti i modi il gol dell’ex) che tentano la conclusione a rete, ma senza impensierire in modo particolare Milan. Sul fronte opposto l’unico tentativo degno di nota è quello che manda al tiro Brighenti dall’interno dell’area ospite al 29′, ma la sfera sorvola la traversa. La situazione non muta nella ripresa, anche se con il passare del tempo le due contendenti rallentano ulteriormente il proprio ritmo. E’ comunque sempre il Montichiari a cercare con maggiore decisione la via del gol e tocca a Zaffagnini all’11 chiamare Milan alla parata più difficile di tutta la partita per deviare un colpo di testa che sembrava ormai destinato in fondo al sacco. Scampato il pericolo, la Sambonifacese serra ulteriormente le fila e dopo un diagonale di Florian rimasto senza esito ed un nuovo tentativo di Dimas (prima di uscire) che si spegne sul corpo di un difensore, il finale dell’incontro vede le due squadre intente soprattutto a proteggere il prezioso passo in avanti in classifica. Un pareggio che diventa realtà solo dopo il triplice fischio dell’attenta Silvia Spinelli, ma che Sambonifacese e Montichiari accettano di buon grado per regalarsi una domenica positiva ed un nuovo motivo per guardare avanti con fiducia.

     

    Sambonifacese-Montichiari 0-0

    Sambonifacese (3-4-2-1): Milan 6.5; Dal Degan 6; Orfei 6; Ruggeri 6; Sarzi 6.5 (6′ s.t. Creati n.g.); Carlini 6; Jorginho 6 (37′ s.t. Rampinini n.g.); Moretto 6; Staiti 6; Pietribiasi 6.5 (34′ s.t. Tecchio n.g.); Brighenti 6. A disposizione: Nardoni; Fiorotto; Rocchiccioli; Viskovic. All: Claudio Valigi.

    Montichiari (4-4-2): Brignoli 6; Verdi 6.5; Antoniacci 6.5; Zaffagnini 6.5; Filippini 6.5; Muchetti 6 (14′ s.t. Guatta n.g.); Fusari 6.5; Selvatico 6.5; Saleri 6 (1′ s.t. Di Quinzio 6.5); Dimas 6 (23′ s.t. Bertazzoli n.g.); Florian 6. A disposizione: Gambardella; Bettenzana; Crociani; Di Nardo. All: Claudio Ottoni.

    Arbitro: Silvia Spinelli di Terni 6.5.

    Reti: —.

    Note: spettatori 300 circa – recuperi: 1′ e 3′ – angoli: 10-2 per il Montichiari – ammoniti: Orfei; Dal Degan; Filippini – espulsi: nessuno.

     

    Il pareggio finale viene accolto con motivata soddisfazione nello spogliatoio del Montichiari. “Considerando che questo è il settimo punto nelle ultime tre giornate cosa possiamo pretendere di più? – si chiede il presidente rossoblu Maurizio Soloni – Abbiamo disputato una gara molto accorta, non abbiamo mai corso un pericolo e ci siamo avvicinati seriamente, almeno in due circostanze, al gol. Il risultato non è comunque mutato, ma possiamo accogliere ugualmente di buon grado questo punto che rappresenta un risultato positivo. Oltre tutto eravamo in trasferta e questo pareggio ci consente di compiere un altro passo in avanti verso la salvezza. C’è una giornata in meno da giocare e noi abbiamo un tassello in più del nostro edificio della salvezza”. Molto soddisfatto anche l’allenatore Claudio Ottoni, senza dubbio il personaggio del giorno insieme a Dimas. I due hanno salutato tanti amici e il pareggio finale aumenta il loro buon umore: “Abbiamo disputato una buona gara – sintetizza Mister Ottoni – La nostra porta non ha mai corso pericoli, mentre noi siamo andati due volte vicini al vantaggio e solo due salvataggi provvidenziali di Sarzi e di Milan ci hanno impedito di passare in vantaggio. Nel finale, poi, complice il caldo di questo pomeriggio, il ritmo della partita è diminuito e le due squadre hanno condotto in porto un pareggio che consente di compiere un significativo passo in avanti verso la salvezza. Questo è quello che conta e vale a maggior ragione anche per noi che eravamo in trasferta su questo campo dove ho trascorso tre anni davvero stupendi, iniziati con una squadra in zona retrocessione e terminati con un primo anno tra i professionisti che, dopo la storica promozione della stagione precedente, ci ha visto sfiorare i play off di un punto”.

     

    Brignoli 6: pomeriggio di assoluto relax, solo lavoro di ordinaria amministrazione;

    Verdi 6.5: dalle sue parti non si passa e nel finale, visto che i veronesi non si pungono troppo in avanti, si segnala con alcune belle sortite offensive;

    Filippini 6.5: buona prova, sempre positivo sia in fase difensiva che in appoggio;

    Fusari 6.5: è il capitano e l’attento regista della squadra;

    Zaffagnini 6.5: davvero unico, non è solo impeccabile in difesa, si spinge anche in attacco e sfiora il gol partita;

    Antoniacci 6.5: una sicurezza per il reparto arretrato;

    Muchetti 6: meno veloce e devastante che in altre circostanze, da lui ci si aspetta sempre lo spunto che fa la differenza;

    Saleri 6: cerca di offrire il suo apporto sulla fascia, viene avvicendato ad inizio ripresa da Di Quinzio (6.5) che conferma tutta la sua velocità;

    Dimas 6: tenta di tirare a rete da tutte le posizioni, ma non è particolarmente ispirato;

    Selvatico 6.5: qualche guizzo di gran classe, cerca di offrire forsoro alla manovra monteclarense;

    Florian 6: duetta a più riprese con Dimas, ma non trova lo spunto vincente anche per il salvataggio sulla linea di Sarzi;

    Bertazzoli e Guatta: n.g.  

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY