Viale Piave, a ore verrà firmata l’ordinanza anti-moschea

    0

    Entro poche ore il sindaco Adriano Paroli firmerà un’ordinanza per impedire che in viale Piave possa trovare spazio una vera e propria moschea. Ad annunciarlo sono stati il vicesindaco Fabio Rolfi e l’assessore all’Urbanistica Paola Vilardi, durante un’assemblea con i cittadini del quartiere. Il provvedimento imporrà ai proprietari dell’immobile di viale Piave 201 di ripristinare l’originaria destinazione d’uso (uffici) e di mettere a norma tutti gli impianti fuorilegge individuati da tecnici comunali, Asl e Vigili del fuoco. Uno spazio che – secondo quanto ha riferito Sara Balsamo, portavoce del Comitato Quartiere Sicuro e compagna dell’assessore Mario Labolani – oggi viene utilizzato anche come luogo di preghiera dai musulmani (un’ottantina di persone in media), con atteggiamenti “di mancanza di rispetto, di prevaricazione e di violenza” perché “alcuni di noi sono stati insultati e spintonati semplicemente perché tentavano di accedere ai loro garage, ormai considerati predominio dei frequentatori della moschea”.   

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Mi pare che la reciprocità non c’è, dovrebbe essere la regola per tutto, diritto=dovere, vuoi la tua moschea? quando potrò costruire la chiesa nel tuo paese perchè no? quando potrò pregare nel tuo paese perchè no? quando avrò una casa pubblica nel tuo paese perchè no? quando potrò votare nel tuo paese perchè no? ma smettiamola di fare demagogia. Basta parole, RECIPROCITA’ altrimenti fòra dai bal

    2. Quindi dovremmo adottare la legge del taglione??? Dai, noi dovremmo essere quelli civili!!! Mica possiamo imitarli nel peggio.

    3. Ma quale legge del taglione…. Non ci pensate a chi vive in quel quartiere? Prnedetevela vicino a casa vostra la moschea se siete tanto liberali!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    4. e io abito in piazza arnaldo e non voglio casinisti ubriachi che parcheggiano in seconda fila: a chi devo rivolgermi?

    5. il vero problema è che i mussulmani non hanno spazio a sufficienza per pregare. se si vuole risolvere il problema occorre autorizzare la costruzioni delle moschee. se si vogliono creare fastidi ai cittadini, ora quì e domani là, avanti così.

    6. Io abito a brescia e non voglio Paroli, Rolfi, Gallizioli, Bianchini, Maione ecc. cosa devo fare?

      Una moschea è sempre meglio di una nuova sede del Pdl

    7. Rolfi o Paroli, Paroli O ROlfi??????? Tanto non cambia niente solo parole al vento e nulla di fatto per Brescia e i bresciani!!!!!!!!!!!

    8. quante parole da chi non sa nulla, io c’ero all’assemblea e abito in viale piave, per esser precisi sopra la moschea… non ve lo auguro. I luoghi di culto vanno fatti in posti idonei, nessuno dice di non farli ma fateli dove ci sono parcheggi e la gente non deve dormire. Quanto all’essere razzista io non lo sono ma quando questi qui pregano io non sono libera neppure di accedere al mio garage… e con che diritto me lo impediscono????? ma per piacere

    9. x BASTA!

      vai in Algeria che li hai tt le mosche che vuoi e neppure una sede ne della lega ne del pdl !!
      anzi ti consiglio di andarci da clandestino così vedi come loro trattano chi nn ha un permesso per entrare in quel paese e aggiungo chiedi di edificare una chiesa cristiana !!! poi mi racconti !!! ^__^

    10. i residenti di viale piave hanno ragione quando dicono che "i luoghi di culto andrebbero realizzati in posti idonei". finchè si impedirà la costruzione di moschee i mussulmani pregheranno deve possono, in luoghi impropri.

    LEAVE A REPLY