Gavardo, intervengono per un tentato suicidio e arrestano un latitante

    0
    Bsnews whatsapp

    Alle 04 di questa notte il personale della Stazione Carabinieri di Gavardo è intervenuto in quella via Suor Rivetta ove un rumeno, a seguito di una crisi depressiva, si era lanciato dal balcone dell’abitazione e, dopo un volo di circa dieci metri era atterrato sul marciapiede sottostante. Immediato l’intervento dei Carabinieri e del personale del 118 che hanno trasferito il soggetto all’Ospedale di Gavardo ove è poi stato ricoverato con una prognosi di 30 giorni a seguito delle lesioni riportate.

    I militari, nel frattempo, per comprendere le motivazione dell’insano gesto, hanno sentito i connazionali del malcapitato presenti nell’abitazione tra i quali N.G., 35enne residente in Gavardo il quale, in preda ad una crisi nervosa e sotto l’effetto degli alcoolici ha aggredito i Carabinieri con calci e testate (il comandante della Stazione di gavardo ne avrà per 12 giorni). Bloccato e condotto in caserma è stato dichiarato in arresto per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Nel prosieguo dei controlli è poi risultato che l’arrestato era colpito da un provvedimento di cattura internazionale emesso dall’Autorità Giudiziaria rumena per i reati di minacce gravi, incendio doloso e violazione di domicilio commessi in Romani nell’anno 2009. Il soggetto, trattenuto presso la camera di sicurezza della Stazione Carabinieri di Gavardo, verrà condotto avanti all’A.G. per il procedimento con rito direttissimo e successivamente verrà condotto presso la Casa Circondariale di Brescia in attesa dell’estradizione.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. GARDO E LAMPEDUSA HANNO MOLTE COSE IN COMUNE. GLI EXTRACOMUNITARI PROVENGONO SEMPRE DAL MARE E NON DAL CHIESE. PASSO DA GAVARDO SOLTANTO QUANDO NE SONO COSTRETTO!!!! CHE TRISTEZZA!

    RISPONDI