In Lombardia arriveranno 10mila profughi libici. Formigoni: “Faremo la nostra parte”, ma non mancano i malumori: “Così la regione esplode”

    0

    Il Lombardia potrebbero arrivare tra i 9 e i 10 mila profughi libici. Il piano di accoglienza predisposto dal Viminale e presentato ieri a Regioni ed enti locali si basa infatti su un semplice criterio: mille profughi per ogni milione di abitanti. Ed il conto è presto fatto. In totale potrebbero quindi arrivare in Italia circa 50mila profughi “E’ stata chiesta alle Regioni una disponibilità ad accogliere un numero massimo teorico di profughi, che potrebbe aumentare fino a 50.000, ma per ora sono zero” ha spiegato al termine dell’incontro il governatore Roberto Formigoni. “Ogni quantitativo di profughi che arrivasse – ha aggiunto Formigoni – sarebbe spalmato sul territorio proporzionalmente al numero di abitanti delle singole regioni. Noi valuteremo nei prossimi giorni la disponibilità che possiamo avere, facendo tesoro del lavoro gia’ fatto dai prefetti. Se ci sara’ l’emergenza e’ giusto che l’Italia e la Lombardia facciano la loro”.

    Per accogliere i profughi le varie prefetture dovranno stilare una sorta di mappa dell’ospitalità: vale a dire fare un resoconto delle strutture dove poter sistemare i profughi. Tra le ipotesi gli ospedali, le caserme dismesse, strutture religiose, tendopoli, alberghi. I profughi dovrebbero restare in queste condizioni per circa 6 mesi, il tempo di ottenere l’asilo politico come è diritto dei profughi di guerra. Una volta che lo avranno ottenuto saranno liberi di circolare sul territorio nazionale. Non è invece ancora chiaro se l’asilo potrà valere su tutta l’area Schengen – cosa su cui il governo italiano sta spingendo.

    Nonostante la disponibilità di Formigoni, non mancano però i malumori, soprattutto leghisti. Lo stesso governatore – va detto – ha fatto presente che “da noi vive già il 25 per cento degli stranieri residenti in Italia”. Come dire: anche questo criterio andrebbe tenuto in considerazione nel “distribuire” i profughi. “La città ha già dato, non può fare di più, ora tocca agli altri” ha detto più netto il vicesindaco di Milano Riccardo De Corato (Pdl). “Ci sono regioni che non contano stranieri. La Lombardia invece esplode, siamo saturi” ha aggiunto l’assessore regionale Romano La Russa (Pdl). “Credo sia necessario che si rifletta seriamente sulle reali possibilità di accoglienza della Lombardia” ha invece suggerito il presidente del consiglio regionale Davide Boni (Lega). Stefano Galli, capogruppo del Carroccio al Pirellone, ha infine assicurato che “Maroni ha promesso che in cambio saranno rispediti nel loro paesi gli immigrati clandestini arrivati finora a Lampedusa. Certo in Vaticano c’è molto posto – ha aggiunto – e anche la curia dispone di molti appartamenti che potrebbe destinare ai profughi”.  

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. La Russa ha ragione!!! Perché così tanti in Lomabrdia!!! Qui gli stranieri sono già troppi e sono sempre di più. Poi anche quelli che andranno in Campania o Calabria prima o poi verrano qui a per il lavoro …insomma non se ne può più!!!!!!!!!!!

    2. Dal momento ceh Gheddaffi è un suo caro amico io li manderei tutti nella villa di Arcore del nostro presidente del consiglio. Anzi, nelle ville del nostro premier, visto che ne ha più di una. Sarebbe cosa buona e giusta visto che prima ha accolto Gheddaffi con tutti gli onori del caso (con tanto di amazzoni ecavalli berberi) e poi li ha bombardato…

    3. Ma vi rendete conto che se la Lega fosse stata all’opposizione avrebbe già gridato allo scandalo e i vari Maroni, Borghezio, Rolfi avrebbero minacciato di incatenarsi per bloccare l’arrivo dei profughi!!!! Ora non hanno niente da dire????? STIAMO PARLANDO DI 50.000 PROFUGHI quando facevano un gran baccano per molti ma molti meno!!! Vergogna!!!

    4. Caro Padanus sei troppo ottimista. Se si usa il criterio della proporzione con gli abitanti, in provincia di Brescia ne arriveranno almeno 1000!!! Senza contare che siamo la provincia più estesa e con più comuni!!!

    5. proprio l’ironia della sorte: i leghisti sono costretti a portare diecimila stranieri tra clandestini e profughi in lombardia. son diventati buonisti?

    6. quanto sta accadendo dimostra che le politiche dell’immigrazione poco possono. contano molto di più gli eventi esterni, sui quali avremmo dovuto agire in modo diverso da quanto fatto, anzichè chiuderci negli egoismi particolari.

    7. Se una cosa del genere l’avesse decisa un rappresentante del centrosinistra xci sarebbe stata la rivolta di popolo con le forche… E ora i leghisti tacciono in preda alla vergogna????

    8. SECESSIONE!!! SECESSIONE!!! SECESSIONE!!! SECESSIONE!!!SECESSIONE!!! SECESSIONE!!!SECESSIONE!!! SECESSIONE!!!SECESSIONE!!! SECESSIONE!!!SECESSIONE!!! SECESSIONE!!!SECESSIONE!!! SECESSIONE!!!SECESSIONE!!! SECESSIONE!!!

    9. vorrei vedere voi a fuggire da un paese bombardato. francia e gli altri paesi di shengen hanno toccato il fondo più becero se davvero non accoglieranno gente che ha bisogno di una vita.

    10. L’uomo magico delle pulizie

      Correvano gli anni 2008, 2009, 2010 e 2011…e si, sempre lui, il magico omino delle pulizie, continuava a cavalcare la cresta dell’onda.

      Dopo avere sgomberato l’Aquila dalle macerie e provveduto a dare ordine e casa a tutti i sinistrati…

      Dopo avere liberato Napoli dalle montagne di sacchi e cumuli di spazzatura di ogni genere, stipati senza alcuna differenziazione (chi mai conosce la differenziazione nella repubblica anarchica autonoma di Napoli?) davanti ad ogni possibile cancello, abitazione, struttura sanitaria e pubblica; Silvio, il grande Mago dello sporco, al sentire delle disavventure della piccola solitaria soleggiata e splendida isola di Lampedusia, dove barche, barchine e barconi cariche di detriti provenienti dai mari del sud continuarono ad arenarsi senza sosta decise di fare un’altra impresa mega ed accorse in aiuto degli isolani…

      Avrebbe liberato e bonificato l’isola, così prenotò così tante belle navi che avrebbero sparso i detriti per tutta Italia, così che l’isola potesse finalmente riprendere respiro.. Andò oltre, promettendo detax, candidatura al Nobel, campo da golf e… casinò.. Oh Yes, casinò.. Lungimirante, visto che sicuramente un giorno o l’altro gli italiani avranno di nuovo soldi da spendere.. Ed è proprio quanto serve agli abitanti.. Forte..

      Spargendo i detriti per tutta Italia nessuno noterebbe una gran differenza.. Gli altri tutti si sarebbero presi presi cura dello smaltimento in un modo o l’altro e gli isolani avrebbero il casinò che da tanto volevano..

      Ed ha deciso perfino di adottare la cittadinanza Lampedusiana, acquistando residenza li !

      Probabilmente a breve migliaia di km di autostrada percorreranno l’isola, sorgeranno grattacieli immensi, si avranno nuove emittenti TV e radio ed il benessere estremo sarà una realtà invidiata da tutti gli altri Stati. Verranno organizzate crociere per andare a giocare al casinò (di Silvio, ovviamente) ed alloggiare in loco negli hotel a 6 stelle (sempre sue, naturalmente).

      Ormai siamo invidiati da tutti, con un omino bianco così. Riesce a sistemare tutto con poche parole!

      Ed è stupendo notare come tutti gli siano accanto appoggiandolo, correndogli dietro, dando man forte. Una solidarietà incredibile, vista di rado in altri Paesi.

      Si, l’Italia è davvero una Nazione fortunata. E Silvio davvero un uomo di talento…

    LEAVE A REPLY