Spacciavano un etto di eroina a settimana: presi 6 tunisini

    0

    100 grammi a settimana di droga, eroina soprattutto ma anche cocaina, spacciati e consegnati nelle mani di giovani e meno giovani bresciani. Un traffico che probabilmente andava avanti da mesi, e che finalmente è stato scoperto e annientato dalla polizia. Un’operazione difficile, perché i tunisini sfruttavano al meglio le strade strette e contorte del Carmine, nelle quali si muovevano con rapidità anche a piedi o in bicicletta. Un’operazione difficile perché gli spacciatori erano attenti a non farsi trovare con la droga addosso, ma la nascondevano in anfratti e angoli non facilmente raggiungingibili. Quando c’erano forze dell’ordine in circolazione i tunisini (e una donna italiana, l’unica persona non straniera coinvolta) comunicavano tra loro segnalando la posizione dei “neri”, i carabinieri, dei “blu”, i poliziotti e degli “amici di Mario”, i vigili urbani.

    Decisivi per la cattura degli spacciatori sono stati i fermi di alcuni tossicodipendenti beccati a compiere piccoli furti in zona Carmine. Rubavano per pagare la dose, sono stati arrestati e grazie alle loro confessioni si è scoperto il giro. Poi grazie anche alle telecamere piazzate nel quartiere, anche alle finestre di abitazioni private, si sono ottenute le prove per incastrare i sei: Antonelli Vanessa, Labidi Abdenaceur, Ben Ali Salah, Benssaoudi Mohamed, Fati Ali, Moussa Issa.

    Comments

    comments

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome