Pd: Letta annuncia: “Proporremo primarie per tutti i parlamentari. Berlusconi? Oramai è un danno per il paese”

    0

    “Se si andrà a votare con questa legge elettorale proporremo le primarie per tutti i parlamentari”. Lo ha detto oggi a Iseo il vice segretario del Pd, Enrico Letta, chiudendo con il suo intervento Nord Camp. The switch off, la tre tre giorni di dibattiti organizzati dalla sua associazione culturale Trecentosessanta e dedicati al tema del “dopo Berlusconi” (leggi qui e qui).
    Letta ha anche ribadito che sarà portata avanti la loro proposta di legge per togliere il vitalizio ai parlamentari. “Dobbiamo prepararci a una coalizione che abbia una larga maggioranza alla Camera e in Senato e che vinca: se manca uno di questi tre elementi fanno bene a mandarci a casa con un calcio nel sedere” ha aggiunto Letta. “Dobbiamo fare una coalizione larga, basata sui programmi, con chi è d’accordo soprattutto sulla politica estera”. Quanto al premier secondo Letta Berlusconi è ormai “un danno per il Paese. Noi però non dobbiamo cadere nell’idea che noi siamo moralmente migliori dell’altra parte – ha aggiunto – perché altrimenti sbagliamo anche noi”.

     

    LEGA e UNITA’ D’ITALIA
    Letta ha poi dedicato alcune battute alle celebrazioni dell’Unità d’Italia. “Sui festeggiamenti la Lega ha clamorosamente sbagliato e toppato. Ha fatto bene il presidente della Repubblica ad insistere perché queste celebrazioni si svolgessero in un certo modo. Devo dire che la partecipazione dei cittadini è andata anche al di là delle nostre aspettative. La Lega invece ha sbagliato dimostrando così che anche loro sbagliano e non sono infallibili”.

     

    RIFORMA DELLA GIUSTIZIA

    “Non è accettabile che la riforma sia la rivincita di Berlusconi contro i magistrati. Le priorità sono i cittadini e le imprese italiane e l’accelerazione dei tempi della giustizia civile è la prima delle priorità. Di riforme la giustizia ha bisogno perché Berlusconi o non Berlusconi la giustizia italiana non funziona”.

     

    LIBIA

    Letta è infine tornato a parlare della Libia (ieri aveva detto “Guerrafondaio è chi è contro l’intervento internazionale in Libia e non certo noi che siamo costruttori di pace. Lo è chi vuole aiutare Gheddafi a fare la guerra ai popoli che cerca di sopprimere”) . “Se in questi giorni ci fosse stato un qualunque altro primo ministro – ha detto oggi – le cose sarebbero andate diversamente e l’Italia sarebbe stata oggetto di una corte spietata da parte degli Usa che avevano assolutamente bisogno della parte italiana nel Mediterraneo”.  

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. DAVVERO SINGOLARE LA SUA PROPOSTA DI TOGLIERE IL VITALIZIO AI PARLAMENTARI: I CASI SONO DUE, O LUI SA DI NON AVERNE BISOGNO, OPPURE SA CHE QUESTA LEGGE I SUOI COLLEGHI NON LA VOTERANNO MAI!!! MA CHE BRAVO!

    2. E quindi? lasciamo tutto com’è perchè tanto non cambia? togliere il vitalizio è una proposta giustissima, e onore a che l’ha proposta.
      Poi primarie per i parlamentari, un’altra proposta forte!

    LEAVE A REPLY