Questa sera la “Messa dell’incoronazione” di Mozart con la lettura dei testi di don Giussani

    0
    Bsnews whatsapp

    L’associazione culturale Città Europa organizza sabato 26 marzo alle 21 presso la Chiesa di San Gaetano a Brescia (via Callegari, 11) il concerto-meditazione quaresimale “Messa dell’Incoronaziona di Mozart”. Il concerto, diretto da Giovanna Sorbi, è realizzato nell’ambito delle celebrazioni per i santi patroni Faustino e Giovita e del Festival di Musica Sacra e sarà introdotto con i testi che accompagnano la “Messa” nel cd della collana discografica Spirto Gentil diretta da don Luigi Giussani. L’ingresso è libero e gratuito.

     

    PERCHÉ LA MESSA DELL’INCORONAZIONE DI MOZART

    Il Centro Culturale Città Europa ha pensato di proporre la Messa dell’Incoronazione perché si tratta di una festa del cuore. La musica di Mozart, infatti, vive di una travolgente positività: è lo sguardo semplice e immediato del bambino, senza obiezioni, senza “ma”, senza “se”. Nella tragedia profonda della natura umana Mozart inserisce la categoria della possibilità. Rinviene ovunque una promessa di bene. La musica così diventa domanda, ritorna a essere preghiera.

     

    SPIRTO GENTIL

    La collana musicale “Spirto Gentil”, nata del 1997, continuata fino allo scorso anno con grande successo di vendite, rappresenta un unicum nel panorama della musica classica: reperisce e ripubblica incisioni dimenticate (i Canti popolari russi nelle stupefacenti interpretazioni di Aleksandr Svesnikov); ripropone grandi capolavori (l’Incompiuta diretta da Carlos Kleiber, Sonate beethoveniane nella lezione di Wilhelm Kempff, l’Arpeggione suonato da Britten e Rostropovich, il famoso Stabat Mater di Pergolesi inciso da Claudio Abbado nel 1985, il Mozart di Clara Haskil); ripresenta pagine da tempo ignorate (i Canti Baschi nella versione del gruppo Oldarra, Inni sacri di Hildegarda cantati dalle monache dell’Abbazia benedettina tedesca omonima, canzoni napoletane affidate alla voce di Tito Schipa, i Vespri di Rachmaninov). 

    L’obiettivo è proporre la musica e il canto quali strumenti educativi indispensabili per lo sviluppo di una personalità autentica e di un popolo nuovo. L’intuizione della collana, nata dal carisma di don Luigi Giussani, il fondatore di Comunione e Liberazione, è infatti quello di cogliere il surplus dell’esperienza artistica, cioè quella sorpresa imprevista che può essere suscitata dall’ascolto di un brano musicale quando è investito direttamente dal senso ultimo dell’esistenza e della storia.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. "L’intuizione della collana, nata dal carisma di don Luigi Giussani, il fondatore di Comunione e Liberazione, è infatti quello di cogliere il surplus dell’esperienza artistica, cioè quella sorpresa imprevista che può essere suscitata dall’ascolto di un brano musicale quando è investito direttamente dal senso ultimo dell’esistenza e della storia".
      UN CONCETTO CHIARISSIMO.

    RISPONDI