Garda, eventi tutto l’anno. Fitto il calendario: ad agosto fuochi in contemporanea in 28 paesi

    0
    Bsnews whatsapp

    Promuovere in modo unitario il marchio “Lago di Garda”, coinvolgendo i Comuni ma anche i privati dando vita a un fitto calendario di manifestazioni promozionali lungo 365 giorni. E? questo l’obiettivo di “LagodiGarda tutto l’anno”, il super-comitato presentato ieri a Desenzano e che per ora ha raccolto l’adesione – con tanto di delibera di giunta – di 28 comuni lacustri, dalla Lombardia al Veneto fino alla provincia autonoma di Trento. Tra i paesi che hanno dato il loro ok anche Tignale, Limone, Padenghe, Sirmione, Desenzano, Salò, Tremosine, Gardone Riviera, Magasa, Valvestino, Soiano, Toscolano, Puegnago, Manerba, San Felice, Moniga, Lonato. In pratica tutto il Garda bresciano. Ispiratore e promotore del progetto è l’ex ministro (anche se per poco) Aldo Brancher. L’idea di fondo è riuscire a mettere in piedi manifestazioni dal respiro nazionale o internazionale nonostante le difficoltà economiche dei comuni, mettendo insieme le energie e le risorse e appoggiandosi a sponsor privati.

     

    GLI EVENTI

    Lagodigarda tutto l’anno ha già un primo calendario di manifestazioni pronte a partire. Dall’8 al 12 giugno “Garda endurance lifestyle”, una maratona a cavallo internazionale in varie località. Poi dal 12 giugno all’8 luglio “Red Bull tour bus”: un palcoscenico di musica rock in viaggio su un Fiat 309 del 1963. Il 24 luglio tappa a Malcesine con la gara mondiale di tuffi della “Red Bull cliff diving“. Il 13 agosto “Grande notte delle stelle”: eventi enogastronomici e musicali in ciascun paese, musica in diretta radiofonica su Radio Italia dai battelli che toccheranno i vari paesi. La spettacolare conclusione sarà affidata al più grande spettacolo pirotecnico d’Europa con fuochi d’artificio in contemporanea nei 28 paesi su un’area di quasi 400 chilometri quadrati. Dal 2 al 4 settembre la “Settimana motoristica bresciana”. A ottobre “Andar per Cantine”. Dal 29 al 31 dicembre, verrà realizzata la più grande fiaccolata del mondo con i partecipanti in sella ad una moto in tenuta da Babbo Natale alla conquista del Guinness world record.

     

    LE DEFEZIONI

    Qualche comune ribelle, che non ha aderito al consorzio, però c’è. E’ il caso di Lazise il cui sindaco lamenta poca chiarezza. “I promotori di questo Consorzio” ha spiegato Renzo Franceschini all’Arena di Verona “avevano chiesto ai Comuni di aderire all’iniziativa con una delibera di Giunta. Io, e credo come me altri colleghi sindaci, non me la sono sentita di dar corso a questa richiesta per due ragioni che ho spiegato agli esponenti della mia maggioranza: innanzitutto non mi pare ci sia chiarezza sul progetto e su come sia strutturato. La seconda invece affonda le sue radici in alcune considerazioni sul turismo, che è la prima industria del nostro territorio oltre che dell’intero Paese, e che non è solo manifestazioni. Dobbiamo infatti tenere tutti ben presente», ha aggiunto Franceschini, «che qui da noi questo turismo esiste perché c’è il lago di Garda, che con il suo entroterra è la prima risorsa di cui disponiamo e quella che dobbiamo preoccuparci di salvaguardare. Il primo pensiero del sindaco di Lazise va al collettore e al suo dimensionamento, che va adeguato alle nuove esigenze. Sotto questo aspetto – va però detto che il presidente di Garda Uno Mario Bocchio proprio due gioni fa, a Peschiera, ha rilanciato il progetto di un nuovo depuratore dedicato alla sponda bresciana del lago.  

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. I GANDI FUOCHI SI SPEGNERANNO MOLTO PRESTO! CONCORDO CON IL SINDACO DI LAZISE. TROPPE PAROLE. VEDREMO I FATTI! MA COME MAI NESSUNO PENSA CHE SI POSSA RIOLANCIARE IL TURISMO SMETTENDO CON LE COLATE DI CEMENTO?

    RISPONDI