Sì dei Critici (Piovanelli-Agnellini-Recupero) al bilancio della Loggia. “Ma solo perché Paroli ci ha promesso di rivedere le priorità della giunta”

    0
    Bsnews whatsapp

    Di fronda nella maggioranza non vogliono parlare. E respingono la definizione di “Responsabili”. Ma i consiglieri Giorgio Agnellini (Pdl), Angelo Piovanelli (Pdl) e Luigi Recupero (Gruppo misto) – durante una conferenza stampa convocata in pieno consiglio comunale – ier non hanno esitato a definirsi “critici” – con la C minuscola, per ora – verso le modalità con cui la città è amministrata. E per votare a favore del Bilancio – al termine di un pomeriggio di incontri frenetici con il sindaco  – hanno chiesto precise garanzie politiche a Paroli. Dopo che, nella precedente seduta, avevano abbandonato l’Aula in polemica con le posizioni espresse dal Carroccio sull’Unità d’Italia (questione chiusa dopo la lettera inviata dall’assessore Massimo Bianchini, di cui abbiamo dato conto in un precedente articolo). “Abbiamo chiesto a Paroli”, ha spiegato Recupero, “di riaprire un dibattito sulle priorità di mandato nel prossimo biennio e il sindaco ha accettato. Ora restano ancora da definire modalità e tempi”. Tempi che comunque “non potranno essere troppo lunghi”, ha sottolineato Piovanelli, aggiungendo che “serve un cambio di passo nella maggioranza, che deve agire con maggiore discontinuità rispetto alla precedente amministrazione”. “Abbiamo voluto tenere un atteggiamento responsabile”, ha quindi sottolineato Agnellini, “per garantire la governabilità in un momento di grave crisi”. Insomma: al momento non esiste un gruppo organizzato, ma ci sono tre consiglieri (“e se altri volessero aggiungersi…”, ha sottolineato Piovanelli) che ormai da due consigli agiscono in sincrono criticando la maggioranza.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. Spero che la linea tenuta dai consiglieri Piovanelli, Agnellini e Recupero non sia fatta con lo scopo di accaparrarsi INCARICHI o ASSESSORATI VARI ma sia per il bene della nostra Brescia.Trovo parecchia ambiguita’ da parte loro.Da un lato criticano e dall’altro votano a favore del bilancio.Non si ritengon o responsabili ma a mio avviso i cittadini bresciani vogliono essere rappresentati da persone che danno loro certezze.

    2. Uno dice "vado" e poi torna. L’altro dice "andrò" ma quando? Il terzo ha fatto un passo ma ha le gambe troppo corte per distanziarsi sufficientemente. A cosa giocano? Ma, soprattutto, cosa sperano di vincere? Lo ignoro.

    3. E’ così difficile riconoscere che qualcuno nel centrodestra abbia il coraggio di agire concretamente per provare a fare cambiare rotta a questa giunta rispettando il ruolo del Sindaco e della maggioranza che i cittadini bresciani hanno scelto?
      Un forte apprezzamento a Recupero, Piovanelli ed Agnellini… in particolare a Recupero che con coerenza scelto di uscire dal PDL e di non rimanere in posizione ambigua

    RISPONDI