Brescia preoccupata dal piano regionale: in arrivo nuove discariche?

    0
    Bsnews whatsapp

    Il Pirellone sta mettendo mano al programma regionale dei rifiuti, e il Broletto è preoccupato per le ripercussioni sul nostro territorio: seppur il piano provinciale sia stato licenziato solo lo scorso novembre, la modifica del documento regionale potrebbe scavalcarlo, e potrebbero arrivare nuove discariche (o ricevere la spinta decisiva quelle in fase di approvazione, ad esempio le 5 di Montichiari e quella di Castegnato). E allora la Commissione Ambiente della Provincia ha inviato, ieri, una serie di osservazioni che invitano la Regione a tenere in considerazione le specificità del nostro territorio, e anche a ragionare sui principi del documento.

    Milano ragiona su “indice di pressione”, l’incidenza cioè del numero di metri cubi di discarica per ogni comune, indipendentemente dalla tipologia di rifiuti (tossici? nocivi? scorie radioattive? rifiuti ospedalieri? rifiuti domestici? tutti uguali!) e dalla presenza o meno di fabbriche molto impattanti dal punto di vista ambientale (fonderie, aziende che trattano sostanze pericolose). Per non parlare della natura del territorio e dai prodotti tipici. Ad esempio il piano provinciale infatti prevede una fascia di tutela dalle zone di produzione del Franciacorta, 500 metri, una fascia che la Regione potrebbe non rispettare. E così gli esponenti di Lega, Udc e Pd hanno lanciato un monito al Pirellone, con una lunga serie di osservazioni. Il Pdl? Per ora l’assessore Stefano Dotti dice che si farà portavoce di ciò che è emerso in Commissione.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    RISPONDI