A2A, Paroli conferma Tarantini e bacchetta Gallizioli: “Tutti dovrebbero parlare meno”. Intanto i dividendi diventano entrata di cassa

0
POLITICA A BRESCIA - Adriano Paroli (ex sindaco di Brescia) - diritti Andrea Tortelli
POLITICA A BRESCIA - Adriano Paroli (ex sindaco di Brescia) - diritti Andrea Tortelli

“Fuori luogo ed eccessive.” Così il sindaco di Brescia Adriano Paroli ha definito le parole di Nicola Gallizioli che ieri in commissione partecipate aveva duramente criticato Graziano Tarantini, presidente del Consiglio di Sorveglianza di A2A, fino a prefigurargli un’uscita di scena in stile Geronzi, con un eloquente “fora di ball” (leggi qui).

Il presidente Tarantini ha la mia totale fiducia” ha detto Paroli. “La mia, quella della maggioranza e quella delle istituzioni bresciane. Quindi continui a lavorare fino alla fine del suo mandato risolvendo i problemi che la città gli chiede di risolvere”. Quello di Gallizioli è stato definito “solo uno sfogo di chi ha molto a cuore la città, non comprensibile nei modi anche se è comprensibile che l’importanza dei dividendi di A2A possa generare alcune tensioni”.

Quel che però è certo per Paroli è che si parla troppo. “Tutti i componenti della mia maggioranza dovrebbero parlare di meno. Si fanno troppe chiacchiere. Bisogna tacere, così si eviterebbero tensioni e non si darebbe un’immagine di litigiosità che non esiste” ha spiegato il primo cittadino.

Intanto la giunta della Loggia ha approvato un provvedimento definito “miracoloso se non epocale”: già dal bilancio 2011 i dividendi di A2A passeranno dalla competenza alla cassa. Un passaggio fondamentale che eviterà agli amministratori di costruire un bilancio su assegni che forse, verranno staccati fra un anno. La competenza significa infatti contabilizzare i dividendi per l’anno in corso; con la cassa i dividendi vengono contabilizzati solo una volta incassati. In questo modo, ha spiegato l’assessore al Bilancio Fausto Di Mezza, la Loggia potrà rientrare tra gli enti considerati virtuosi e testare il federalismo fiscale comunale”.

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Come "solo uno sfogo"??? Ma Gallizioli l’ha sparata grossa, molto grossa. Stiamo parlando di una società quotata, mica di una bocciofila. Paroli lo ha sbugiardato ma siamo sicuri che domani Gallizioli non ricominci? Che dice la Lega? Gallizioli rappresenta il partito o la sua è una sparata personale? Non sono questioni da poco perché se è come dice Paroli allora Gallizioli si dovrebbe dimettere da capogruppo perché non rappresenta il suo partito, se invece la Lega è tutta sulla sua linea allora Paroli non ce la racconta giusta e i problemi si ripresenteranno presto. Molto presto…

  2. L’avevo detto che al Gallizioli gli avrebbero presto tirato le orecchie!! Persini l’iperprudente Paroli è riuscito a dire che ha usato parole "fuori luogo" ma spero che il sindaco non sia davvero così ingenuo da credere che sia tutto finito

  3. Paroli ha dovuto difendere Tarantini. Poi non so se sia contento che ci sia lui a rappresentare gli interessi di Brecsia nella società. Di certo so che quello che ha detto Gallizioli è condiviso da molti se non da tutti i bresciani. Che ci stiamo a fare in a2a se non per avere servizi vantaggiosi e dividenti alti? Dopo di che il problema sta sempre a monte ovvero nella scellerata scelta di Corsini. Tutti rimpiangiamo la vecchia Asm ma nessuno dice che non ce l’aveva prescritto il dottore di andare a fare la fusione con Milano!!!

  4. Paroli dice e non dice. Si lamenta che i suoi parlano troppo ma almeno dicono parole chiare. Lui nel merito che dice? Gli va bene che l’A2A non garantisca più al comune gli utili degli anni prima? E come li paga i servizi?

  5. paroli e tarantini fanno parte della stessa combriccola di giovani cottolici dediti solo al bene comune che si chiama Comunione e Liberazione. Cosa volete che dicesse? Dio ce ne scampi e liberi da questi intrallazioni che agiscono in nome di Dio.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome