Gobbia inquinato, il Comune avvia un monitoraggio 24 ore su 24

0

In seguito all’ennesimo episodio di sversamenti di materiale inquinante nel torrente Gobbia a Lumezzane, l’assessore all’ambiente Andrea Capuzzi informa che è stato approvato il progetto di monitoraggio delle condizioni delle acque del torrente. Le verifiche sono in capo all’Arpa che allestirà lungo il torrente sensori di rilevamento, attivi 24 ore su 24, che trasmetteranno i dati al sistema di registrazione tramite modem. La tecnologia messa in campo è una sperimentazione avanzata che non ha eguali in Europa. Tutto questo al fine di accertare tempestivamente comportamenti illeciti. Entro la fine dell’estate si procederà all’installazione delle apparecchiature. Nel frattempo l’amministrazione continua, tramite gli uffici competenti, il costante monitoraggio del Gobbia. Si invitano i cittadini a segnalare situazioni anomale agli uffici comunali (tel. 0308929261). Il caso di inquinamento è stato sollevato dal gruppo face book “Generazione Lumezzanese”

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. io son 30 anni che non abito piu a lumezzane,ma il gobbia anche allora mica se la passava bene,ci hanno impiegato tutto sto tempo per rendersene conto?

  2. Bella notizia,spero che dopo le varie amministrazioni e i vari progetti di incanalare tutti gli scarichi si arrivi finalmente ad avere un fiume che scarica acqua a valle e non i rifiuti tossici delle nostra industrie(quelle poche rimaste)

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome