Castello, nuova scala per il Mastio Visconteo. I “pezzi” portati sul Cidneo da un elicottero

0
Il Castello di Brescia - gentile concessione del fotografo Mattia Rocco - www.bsnews.it
Il Castello di Brescia - gentile concessione del fotografo Mattia Rocco - www.bsnews.it
Bsnews whatsapp

Nuovi lavori al Castello di Brescia. Dopo l’asfaltatura del parcheggio, ora tocca al Mastio Visconteo con tnato di elicottero all’opera (e molti bresciano, questa mattina, hanno osservato con curiosità il suo sorvolare il Cidneo). “L’Amministrazione comunale ha da tempo avviato una serie di riflessioni mirate ad una generale revisione del Museo delle Armi, ubicato nel Mastio Visconteo in Castello” spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Mario Labolani. “Ed un primo passo indirizzato all’adeguamento del Museo riguarda certamente la messa a norma dell’edificio dal punto di vista della sicurezza in materia di prevenzione incendi”. Pertanto, il primo intervento proposto riguarda il sistema costituito dalle scale esterne in ferro, ormai diventate segno caratterizzante l’immagine del fronte est del Museo delle Armi, il cui adeguamento risulta indispensabile per garantire la sicurezza dei visitatori al primo piano. Il progetto si riferisce in particolare all’intervento di totale rifacimento della scala esterna a lato della torre Mirabella, ortogonale al prospetto est d’ingresso. Il lavoro prevede, inoltre, l’esecuzione di opere di manutenzione della seconda scala in ferro, parallela al prospetto principale, conservata in virtù di un suo potenziale riconoscimento come elemento storico-artistico. L’intervento ha un costo di 97.251,62 euro. 

 

 

 

Descrizione dell’intervento
Il progetto, basandosi sul principio della conservazione dell’immagine fornita dal disegno originale, propone la realizzazione di una nuova scala con gradini in eguale lamiera metallica, ma con diverso rapporto tra alzata e pedata, sorretta da una nuova struttura metallica, costituita da due travi reticolari, alle quali è fissato un rivestimento ligneo. Superiormente alla scala è prevista la ricollocazione degli originali portali, privati del lato inferiore, a richiamo dell’immagine originale ormai consolidata nel tempo.

 

 

 

Modalità di intervento
In considerazione dell’impossibilità di un recupero della vecchia scala, per ragioni economiche, il progetto prevede il totale rifacimento del manufatto. Pertanto, per comporre la nuova scala si sono dovuti trasportare in loco nuovi elementi. La natura dei luoghi, le forti pendenze dei percorsi d’accesso, il superamento di due ponti levatoi e gli spazi ristretti hanno obbligato la ditta esecutrice a trasportare i nuovi manufatti con l’ausilio dell’elicottero che infatti questa mattina sorvolava in continuazione la sommità del Cidneo. “L’operazione presenta in generale due vantaggi” spiega ancora Labolani “da un lato permette il contenimento dei costi di realizzazione, dall’altro offre una maggiore garanzia di riuscita del lavoro”. Infatti, la possibilità di assemblare la scala in officina in parti, opportunamente calibrate nel peso, ha consentito di ridurre notevolmente le lavorazioni in cantiere, contenendo i costi della manodopera, oltre ad assicurare l’esecuzione di un lavoro a regola d’arte grazie all’utilizzo di efficienti attrezzature. Per ragioni di sicurezza si è previsto di non eseguire nessun volo su strutture abitate o su pubbliche vie. Per la stesse ragioni l’intervento ha necessitato anche la chiusura al pubblico degli spazi verdi del Castello nella mattinata odierna.

 

 

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI