Rolfi: la pedonalizzazione del Centro è un progetto concreto, il Pd chiacchiera soltanto

    0

    Dopo le polemiche sollevate da alcuni esponenti del Partito democratico in merito alla recente pedonalizzazione di piazza Mercato e del cortile di Palazzo Broletto, il vicesindaco e assessore alla Mobilità e traffico del Comune di Brescia, Fabio Rolfi, è passato al contrattacco.

     

    “Capisco la necessità di De Martin e Vitale di dar fiato alle corde – si legge in una nota – ma spesso, come è successo nei giorni scorsi, capita loro di parlare a sproposito. Ricordo infatti agli esponenti di centro sinistra che quando hanno amministrato questa città non hanno provveduto a pedonalizzarne nemmeno un metro quadrato: non hanno pedonalizzato piazza Loggia, dove continuavano a transitare auto, in particolar modo durante i consigli comunali, quando tutti gli esponenti del centro sinistra, consiglieri e assessori, potevano parcheggiare allegramente e indisturbati su tutta la piazza; non hanno pedonalizzato piazza Paolo VI, non hanno pedonalizzato corso Mameli e lo stesso discorso vale anche per via X giornate e corso Zanardelli”.

    “La loro politica – prosegue Rolfi – non ha valorizzato il centro storico. Ha, al contrario, penalizzato gli esercenti. Credo che sia necessaria invece una pedonalizzazione fatta in modo serio, per favorire le attività commerciali e promuovere tutte le iniziative in centro storico. La politica della sinistra fatta solo di multe e divieti, basti pensare alla ZTL che è un concetto totalmente opposto rispetto a quello di pedonalizzazione, ha di fatto congelato il centro della città mettendo in difficoltà le attività economiche”.

    “Va peraltro ricordato ai finti smemorati del Pd – continua il vicesindaco – che  per piazza Mercato non era mai esistita prima d’ora un’ordinanza di pedonalizzazione totale, in quanto l’unica ordinanza esistente, datata 10 marzo 2003, prevedeva la pedonalizzazione solo dell’area est della piazza. Mentre il nostro progetto prevede la pedonalizzazione totale della piazza e il suo rilancio con un mercato dedicato e di qualità. Progetto diametralmente opposto rispetto alla politica attuata dal centro sinistra bresciano che ha sempre consentito il posteggio in quella zona”.

    “Quanto alla presunta mancanza di controlli – conclude Rolfi – invito gli ecodisattenti del Pd a informarsi, so che è faticoso, ma sarebbe opportuno farlo, sull’attività della Polizia locale nella zona del Broletto. I dati relativi al mese di marzo e ai primi 20 giorni di aprile parlano di 77 multe comminate solo in piazza Paolo VI. È chiaro che le sanzioni e i divieti risultano vani se non sono accompagnati da una riqualificazione degli spazi. La pedonalizzazione deve essere accompagnata dalla valorizzazione delle piazze in termini commerciali e aggregativi, per esempio promuovendo l’installazione di plateatici e dehor, non solo con cartelli di divieto d’accesso come il centro sinistra ha fatto negli anni in cui ha governato”.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. ROLFI E’ UNA PERSONA SERIA… E’ INCREDIBILE CHE IL PD FACCIA POLEMICA… NON ERA LA SINISTRA CHE VOLEVA IL CENTRO PEDONALIZZATO???

    2. Per tutta quella sinistra che sa soltanto lamentarsi dall’opposizione: vi consiglierei di andare un po’ a parlare in mezzo alla gente. Credete davvero che siano con voi???? Come mai al Nord non vi vota nessuno? Io credo che dovreste farvele sinceramente queste domande!!!

    3. Caro Giorgio ti informo che in città il Pd ha quasi il doppio dei voti della lega e che il consigliere regionale che ha avuto più preferenze dei candidati di tutti i partiti (sia di dx che di sx) è stato Gianbattista Ferrari del Pd.

    4. MESSAGGIO CANCELLATO DALLA REDAZIONE PERCHE’ CONTENEVA UNA DELLE SEGUENTI VIOLAZIONI ALLA POLITICA DEL SITO: – INSULTI O VOLGARITA’ – RAZZISMO EVIDENTE – SPAM – VIOLAZIONE DEL COPYRIGHT – CONSIDERAZIONI CHE NECESSITANO DI UN APPROFONDIMENTO ANCHE LEGALE – CONSIDERAZIONI VERSO TERZI PASSIBILI DI DENUNCIA. INVITIAMO L’INTERESSATO AD ATTENERSI ALLE REGOLE DEL BUON SENSO O SAREMO COSTRETTI, SU RICHIESTA, A SEGNALARE L’IDENTIFICATIVO DELLA SUA CONNESSIONE A CHI DI DOVERE.

    5. Dal programma elettorale di Paroli:
      6. TRAFFICO E TRASPORTI: LIBERI DI CIRCOLARE Il progetto che si svilupperà si baserà su tre assi: recupero della circolazione – parcheggi – ambiente. Un’auto imbottigliata nel traffico per ore inquina certamente di più di una vettura che rapidamente raggiunge la sua destinazione e agevolmente parcheggia. • Riprogrammazione dei lavori per la Metropolitana leggera, accelerando i tempi, riducendo i disagi dei cittadini ed avviando l’estensione della linea verso la provincia (Gardone Valtrompia, Montichiari). • Tangenziali. Si terminerà la terza corsia della tangenziale sud. Si realizzerà lo studio di fattibilità della tangenziale nord-est, la parte mancante per racchiudere l’intera città in un triangolo circolatorio ad alta mobilità. • Lam. Si abbandonerà il fallimentare progetto delle “linee ad alta mobilità “ che oltre ad appesantire il traffico non ha portato alcun giovamento a chi utilizza i mezzi pubblici. Piuttosto si doterà il comune di mezzi più piccoli elettrici e a metano a minor impatto ambientale. • Copertura completa del deposito autobus di via San Donino con pannelli solari idonei ad alimentare i bus elettrici. • Individuazione di nuovi parcheggi anche in centro e sotterranei. • Verrà ripristinato il vecchio ring, con il recupero della famosa onda verde. Si riporteranno quindi le carreggiate a 3 o 4 corsie com’era sino ad alcuni anni fa. • Torneranno ad essere gratuite le aree parcheggio nelle zone di residenza e nei quartieri limitrofi al centro. • Verranno ridotte le tariffe per il parcheggio oggi previste e si dimezzeranno per i cittadini residenti. • Mobilità ciclabile. Realizzazione di piste ciclabili realmente sicure. • Nuovi parcheggi consentendo ai privati di realizzare su loro aree nuovi parcheggi. • Abolizione della tassa di 62 euro annuale per il permesso di circolazione nel centro storico.

    6. VIVA ROLFI!!!!!
      gli altri chiacchierano… lui invece agisce! a noi bresciani piace per questo!!! il PD non lo vota più nessuno…

    7. i poveri ex comunistelli del pd dovrebbero domandarsi come mai in questi anni la fiducia alla giunta Paroli è salita dii 3 punti percentuali (come stabilito dal Sole 24 ore).
      Forse perchè ,dal punto di vista politico, Rolfi e Paroli valgono 10 volte De Martini e Pisinella

    8. Le "verità" dell’assessore al traffico sono come al solito"mezze verità": Da tempo gli ho chiesto pubblicamente e a più riprese quante sono le contravvenzioni per le soste selvagge duranti gli eventi sportivi, ma in questo caso se ne guarda bene dal rispondere… anche perché sarebbe costretto ad ammettere di aver tollerato per più di tre anni migliaia di "multe non emesse". Se c’è un eco-disattento in zona stadio durante le partite di cacio è proprio lui. Un classico della Lega Nord: forte con i deboli, debole con i prepotenti.

    9. Il punto vero è che questa Amministrazione comunale è stata ripetutamente denunciata da varie associazioni e comitati cittadini per
      aver messo ripetutamente in pericolo la salute e la sicurezza dei cittadini residenti nel centro storico. Quella di Rolfi non è altro che una risibile corsa ai ripari per sottrarsi alle responsabilità che ne dovrebbero seguire nel caso in cui venissero accertate le responsabilità del comune in materia di inquinamento ambientale del centro storico dopo l’entrata in vigore del nuovo piano sosta e mobilità relativa al centro storico di Brescia. Auguri

    10. le associazioni sono quelle riconducibili all’estrema sinistra e al magazzino 47.
      caro mauri, l’onestà intellettuale non si compra al Famila!!!
      Padania libera!!!!

    11. Sono stati riportati su tutti i quotidiani cittadini,e vanno dai Coordinamenti ambientalisti, al Comitato per il centro storico, a gruppi di cittadine e cittadini patrocinati da associazioni ecologiste che, essendo anche indipendenti sono, culturalmente e politicamente, trasversali. Per una volonterosa ricerca suggerisco, in particolare, il periodo 2010/2011

    LEAVE A REPLY